WSOP 2011, gli italiani al Day 3

WSOP 2011, gli italiani rimasti al Main Event

Siamo giunti alla fine del Day 2B e gli italiani rimasti in gara sono in tutto una trentina. Su tutti spicca la prestazione del romano Massimiliano Martinez al momento numero 14 della classifica. Al termine di quest’ultima giornata escono Luca Pagano, Dario Minieri e Salvatore Bonavena. L’unica donna rimasta è Carla Solinas.

Main Event: classifica generale

E' appena terminato il Day 2B del Main Event WSOP 2011 e il torneo è ormai entrato veramente nel vivo. A partire da domani, infatti, tutti i player che sono sopravvissuti a questa prima fase, giocando in giorni separati, si troveranno a competere tutti insieme durante il Day 3. Per il momento la classifica è guidata dallo statunitense Ben Lamb, al primo posto con 551.600 chips, seguito dal connazionale Kevin Saul immediatamente dietro con 542.200 chips. In terza posizione, invece, c’è il russo Alexandr Mozhnyakov con 478.600 chips.

Gli italiani al Day 2B

Per quanto riguarda la presenza degli italiani a questo Day 2B, su tutto spicca l’uscita di alcuni grandi campioni come Salvatore Bonavena, Dario Minieri e Luca Pagano, che purtroppo non sono riusciti a qualificarsi alla fase successiva del torneo. Questo non vuol dire che, a difendere i nostri colori, non siano rimasti giocatori importanti, come per esempio il romano Massimiliano Martinez, quattordicesimo nella lista dei qualificati al day 3. Per lui un ottimo risultato che lo vede nella parte alta della classifica con ben 355.000 chips. Davvero niente male.

Gli azzurri in gara

In ottima posizione c’è anche il nostro Biagio Morciano, numero 33 della classifica con 306.800 chips. Anche per lui un traguardo notevole come per Giuseppe Pastura, numero 69 della classifica dei giocatori che parteciperanno al Day 3. Resistono ancora Dario Alioto e Flavio Ferrari Zumbina, con uno stack piuttosto corto, mentre l’unica donna rimasta a difendere i colori azzurri è Carla Solinas, anche lei in fondo alla classifica. In tutto gli italiani rimasti sono una trentina, ma molti dei giocatori più esperti purtroppo sono stati eliminati.