Cash Game, da oggi legale

Cash Game legale a partire da oggi

Dalla mezzanotte di oggi il cash game è diventato legale nelle poker room online e per cercare un’esperienza di questo tipo non è più necessario recarsi al casino. Una vera rivoluzione per gli appassionati del Texas Hold’em, che prevede anche un’entrata non indifferente per lo Stato. E siamo soltanto all’inizio.

Se fino a poco tempo fa per giocare a poker era necessario recarsi in una bisca, magari in ambienti poco gradevoli, oggi possiamo dire che le cose sono cambiate. E questo perché le poker room online da poco tempo a questa parte offrono la possibilità di un intrattenimento piacevole, sicuro, gestito dai migliori software in circolazione e con nuove modalità di gioco in arrivo. E dopo un periodo di sperimentazione, possiamo veramente dire che ci siamo. Il cash game, infatti, dalla mezzanotte di oggi è legale e gli appassionati di Texas Hold’em potranno intrattenersi con questa nuova variante di gioco.

Tornei a Buy-in e Cash Game

Non più soltanto tornei con Buy-in limitato, che fino a maggio 2011 prevedevano un costo di iscrizione massimo fino a 100 euro, mentre ora siamo arrivati a 250, ma una modalità diversa che permette di puntare quando si vuole, fino ad un massimo di 1000 euro a sessione. Insomma, da oggi non è più obbligatorio recarsi al casino per giocare al Cash Game ed è sufficiente accendere il computer, avere una connessione Internet e soprattutto tanta voglia di giocare.

Due giochi diversi

La differenza fra tornei e Cash Game è spiegata proprio nell’essenza del gioco stesso. Nella versione torneo, quella con buy-in limitato, si punta una somma già fissata e il giocatore sa quello che perde fin dall’inizio. Nel cash game, invece, si ha la possibilità di entrare quando si vuole e chiaramente di uscirne quando meglio si crede. Due giochi diversi, quindi, con differenti strategie ed emozioni che adesso completano l’offerta delle poker room online come Betclic, Netbet, Party Poker e Pokerstars, le più quotate in Italia per numero di giocatori e promozioni.

Rivoluzione nel Poker Online

Si tratta di una vera e propria rivoluzione culturale che, oltre a dare una maggiore offerta ai giocatori stessi, rappresenta un’entrata non indifferente per lo Stato che a questo punto ha deciso di investire pesantemente sul gioco online. Se l’anno scorso, infatti, i Monopoli di Stato hanno registrato un’entrata record, sommando tutto ciò che riguarda gioco azzardo e lotterie (online e non) pari al 4% del PIL, quest’anno le stime dicono che le entrate riguardanti il gioco online potranno fruttare almeno 18 miliardi di euro all’anno. E la rivoluzione è appena cominciata.