Chiusura Full Tilt: posti di lavoro in pericolo

La chiusura di Full Tilt Poker mette in pericolo molti posti di lavoro

Le conseguenze del ritiro della licenza di Full Tilt Poker da parte della l’AGCC (Alderney Gambling Control Commission) e la susseguente chiusura del sito, mettono un punto di domando riguardo il futuro occupazionale di tutti coloro che sono legati all’attività della poker room.

Si pensa subito ai giocatori

La notizia della chiusura di Full Tilt ha messo immediatamente in stato di allarme il pubblico dei giocatori della poker room che hanno visto l’accesso alla poker room bloccato, e così pure l’accesso ai loro conti. Le notizie che riguardano una possibile bancarotta dell’azienda non fanno che rinforzare queste preoccupazioni.

Ma ci sono anche moltissimi posti di lavoro in pericolo

I problemi dei giocatori sono solo un lato del problema sorto con la chiusura della poker room online.

Full Tilt da lavoro, in modo diretto ed indiretto, a centinaia se non migliaia di persone coinvolte nella gestione del sito di gioco. In particolare sono nella completa incertezza i 600 dipendenti della ditta irlandese Pocket Kings, responsabile di tutti i servizi IT legati alla poker room. L’azionamento e il funzionamento del software, servizi di marketing, il supporto clienti e tanti altri sono infatti gestiti da questa azienda.

I

l 26 luglio è prevista un’audienza in tribunale in cui verrà discussa la questione del ritiro della licenza di Full Tilt. Fino ad allora tutte le persone il cui lavoro dipende dal funzionamento di Full Tilt dovranno abituarsi a vivere nell’incertezza riguardo il proprio futuro.

La situazione era prevedibile?

Molti si chiedono se questa situazione fosse prevedibile. Sono anche in molti a rispondere positivamente. Fra il blocco di Full Tilt da parte delle autorità federali USA il 15 aprile e le difficoltà nel rendere i soldi ai propri giocatori, il peggioramento della condizione della poker room era alquanto prevedibile.







Commenti recenti

le poker room aams sono tutte 01 July 2011 - 16:03 Commentato da dandani

le poker room aams sono tutte truccate. ci sono avatar che vincono i torneo. credi di giocare con un giocatore invece sei contro il computer. nei siti italiani in un'anno ho perso 3000 euro. su full tilt in sei mesi li ho ripresi con gli interessi. non è strano. dicevano che era irregolare invece era l'unico regolare

Ecco perchè si dovrebbe 30 Giugno 2011 - 18:09 Commentato da Marco AK

Ecco perchè si dovrebbe giocare solamente nelle poker room aams...meditate gente, meditate...