Un pesce d’Aprile per Dario Minieri

Dario Minieri: quest’anno un pesce d’Aprile anche per lui

Quest’anno anche il mondo del poker sportivo, e di preciso Dario Minieri, ha ricevuto un pesce d’Aprile che ha fatto preoccupare molti suoi appassionati che lo seguono su PokerStars.it.

Minieri da PokerStars.it a FullTilt poker

Il 1° Aprile è stata diffusa la notizia che il nostro amato giocatore di poker Dario Minieri, parte del Team Pro di PokerStars.it, sarebbe entrato nelle scuderie di un’altra poker room lasciando la sua storica sala da gioco virtuale.

Sarebbe stata Full Tilt Poker la nuova room ad ospitare il campione romano Dario Minieri, e la notizia sarebbe partita da alcuni “addetti ai lavori”, che hanno creato una news ad hoc per l’occasione.

Alcuni passaggi del pesce d’Aprile a Dario Minieri

Lo scherzo a Dario Minieri ed all’intera schiera dei suoi fans che lo vedono legato all’immagine di PokerStars.it, ha suscitato molte preoccupazioni a chi ha letto dei passaggi della notizia, proprio come i seguenti.

“Nella cornice di una classica e trendy serata milanese, Full Tilt Poker ha presentato finalmente il suo dominio .it e non sono mancate certo le sorprese…..subito all’occhio la presenza di un personaggio che rappresentava la vera chicca della serata, Dario Minieri. Accompagnato dal country manager di Full Tilt, Axel Baccari, l'ex-supernova di PokerStars.it si presentava al pubblico presente con la vistosa patch di Full Tilt…. L’occasione giusta per mettere al corrente il mondo del poker del grande colpo di mercato è stata quindi quella del lancio della piattaforma .it in Italia. Una operazione da oltre 5 milioni di euro che punta a ridisegnare la mappa del poker online nel nostro paese.”

Dario Minieri smentisce la notizia

Anche attraverso la sua pagina di facebook, Dario Minieri ha rassicurato i suoi fans che rimarrà a PokerStars.it. Dario ha scritto testuali parole nel suo stato “sto con PokerStars.it, hanno fatto un pesce d'aprile :)”

A quel punto, molti suoi amici del social network hanno affermato di non esserci cascati, eppure fino a poco prima sembrava proprio il contrario…