Poker online USA: news sulla bufera

Ultime notizie sulle 3 poker room bloccate in USA

Continua la bufera del poker online americano, che come vi avevamo annunciato nei giorni scorsi è in piena crisi per l’inchiesta del Dipartimento di Giustizia che ha bloccato PokerStars, FullTilt Poker ed Absolute Poker, tre delle maggiori poker room del paese.

La Poker Players Alliance prende posizione

Non poteva non arrivare la reazione della PPA (la Poker Players Alliance, associazione americana senza scopo di lucro che protegge i diritti dei giocatori di poker online e live), che ha subito assunto una posizione ufficiale sulla questione che riguarda anche Pokerstars.

Il presidente Alfonse D'Amato insieme al direttore esecutivo della PPA, John Pappas, sulla situazione del poker online hanno dunque dichiarato che “l’associazione continuerà a lottare per il diritto di partecipare al gioco che tanto amano gli americani”e che «il poker online non è un reato e non deve essere trattato come tale”.

Le critiche al Dipartimento di Giustizia USA

Intanto, anche il deputato democratico Barney Frank ha fatto sentire la sua voce sulla questione dei tre operatori di poker online bloccati (tra cui PokerStars), criticando aspramente l’operato del Dipartimento di Giustizia americano.

Barney Frank, personalità che è parte del Comitato dei servizi finanziari del Congresso, ha chiaramente espresso il suo dissenso su questa inchiesta che riguarda anche PokerStars, e che egli stesso ha definito come un’inutile spreco di risorse.

Il player Ilari Sahamies annuncia che cambierà siti

Il famoso giocatore di poker online Ilari Sahamies, meglio noto con il suo nickname "Ziigmund", ha già dichiarato pubblicamente che eviterà di depositare denaro sui due siti nei quali era solito giocare (PokerStars e FullTilt Poker), e che opterà per siti europei.

Il player finlandese, un abile giocatore di Pot Limit Omaha e di poker online che ha avuto scuola direttamente dal grande Patrik Antonius, è comunque in un periodo nero, tanto che dall’inizio dell’anno in corso, ha perso oltre 500.000$ complessivi su PokerStars e sulle altre piattaforme di gioco!