Poker live: ora interviene anche la Lega!

Poker live legale: interviene il mondo della politica

Visto il grande caos che oramai da tempo regna nel mondo del poker live, dove da ben due anni si attende un ordinamento sui tornei di poker sportivo non a distanza (che dovrebbe emettere l’AAMS), adesso qualche novità potrebbe arrivare grazie all’interessamento del mondo politico alla questione.

La Lega chiede un nuovo regolamento sul poker live

Sono stati i 4 deputati leghisti Gianluca Forcolin, Silvana Comaroli, Matteo Bragantini e Maurizio Fugatti ad interessarsi alla situazione del poker live, ed a sottolineare che la mancata regolamentazione tanto attesa dall’AAMS, può provocare l’accrescimento di un fenomeno già in parte esistete: quello della diffusione illegale di questo gioco, sia nei club che nei circoli privati.

Per cercare di risolvere la questione del poker live che interessa certo a tantissimi appassionati del Texas Hold’em, i deputati della Lega hanno presentato una vera e propria interrogazione parlamentare, con la richiesta di un nuovo regolamento per il poker live sportivo, e quindi per i tornei.

L’AAMS sollecitata dal mondo politico

L’AAMS potrebbe questa volta arrivare ad una svolta ed emettere l’atteso regolamento sul poker live? Difficile saperlo e forse è troppo presto per dirlo, ma l’intervento della politica verso la risoluzione, potrebbe comunque comportare qualche svolta.

Intanto, il Ministro dell'Economia e delle Finanze Giulio Tremonti dovrà riferire sul mancato riordino del settore alla Camera dei Deputati, e quindi si attende una risposta anche alla richiesta dei 4 deputati leghisti.

Ricordiamo che è forte la richiesta di un regolamento da parte dell’AAMS, poiché dopo varie denunce ricevute dai circoli che organizzano tornei di poker live, ed altrettanti ricorsi dei circoli che hanno posto la questione al Tar, in alcune regioni italiane (come la Puglia) i giudici, in attesa di una nuova normativa, hanno consentito la pratica dei tornei do poker live, mentre in molte altre regioni i circoli hanno dovuto chiudere i battenti!