Poker legale? Ecco cosa accade in Italia

Il Poker live ed il poker online in Italia

Sono in continuo aggiornamento le fasi della regolamentazione sia del poker live che del poker online, discipline che ormai coinvolgono sempre più appassionati dell’amato Texas Hold’em, tuttti in attesa di una regolamentazione chiara e precisa.

La situazione del poker live in Italia

Da fine Luglio del 2008, periodo in cui è stato stabilito di creare un apposito regolamento per disciplinare i tornei di poker sportivo, e che questo compito fosse assolto in tempi brevi dall’AAMS (Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato), i tavoli da poker live sono rimasti chiusi, a far eccezione dei quattro Casinò autorizzati (che sono quindi attualmente, l’unico posto in Italia per poter sedersi ad un tavolo da poker).

La lunga attesa, ancora condivisa da tanti amanti del poker live, dovrebbe portare a conoscere quale sarà il buy in massimo per i tavoli da poker live, ed anche le modalità per il “re buy”, ovvero la possibilità di pagare nuovamente il buy in, e rientrare in gioco nello stesso torneo di poker.

Inoltre, è attesa la conferma del fatto che potranno organizzare i tornei di poker live, solo coloro già in possesso di una concessione per la raccolta a terra di altri giochi, oppure a soggetti in possesso di determinati requisiti fissati dall’AAMS. Tutto ciò, è comunque ancora in attesa di essere confermato.

Cosa accade per il poker online

Per quanto riguarda il poker online invece, la situazione è decisamente diversa da quella del poker live poiché è possibile giocarvi tranquillamente, in una delle tante poker room legali presenti sul web.

Tuttavia, esiste un decreto che riguarda proprio il poker online, e che è ora in esame dalla Commissione Europea (e rimarrà lì fino al 15/10/2010), e se tale decreto non sarà contestato entro metà Ottobre prossimo, sarà approvato portando così dei cambiamenti che riguarderanno però solo gli operatori dei giochi a distanza (e quindi anche del poker online).

Con il decreto relativo al poker online ci sono ben 200 nuove licenze che verranno rilasciate dall’AAMS, e quindi l’unica cosa che potrebbe cambiare per i giocatori, sarebbe solo quella di aver una scelta più vasta, per decidere in quale poker room divertirsi!