Giappone: bloccato gioco d'azzardo su cellulare

gioco d'azzardo mobile

Il Metropolitan Police Department ha annunciato l'arresto dei responsabili che, sotto le spoglie di un sito di telefonia, offriva ai clienti la possibilità di scommettere al classici giochi d'azzardo tra cui il gioco Janken (Sasso -carta - forbici).

I responsabili del "gioco"

Secondo il portavoce del MPD gli incassi derivanti da questo servizio erano davvero alti: infatti, pare che la cifra ammontasse a 130 milioni di Yen (1 Euro = 112 Yen). I responsabili del sito che sotto mentite spoglie offriva i giochi d'azzarso sono stati rintracciati: parliamo di Tomoyuki Miyamoto, seguito da altri due suoi collaboratori. Tra l'altro, Miyamoto è un nome noto in Giappone: infatti, egli è il presidente di Semi di stile Co., una società di un'operazione basata su Internet nel Shinagawa Ward città di Tokyo. A quanto pare, Miyamoto insieme agli altri due sospettati hanno iniziato questa attività tra il mese di Ottobre 2009 e Maggio 2010; avrebbero aperto un angolo del gioco d'azzardo mobile in Au e sul sito ufficiale destinato al servizio cellulari del SoftBank.

I veri numeri

Così, pare che nel periodo di esistenza del servizio l'utenza che fatto i numeri si sia situata sui 27'000 persone, inclusi minorenni; tutto ciò ha poi portato agli incassi di 130 milioni di Yen in vendita. Secondo quanto riportanto sul MPD, Miyamoto si sarebbe consultato con i legali prima di costruire questo servizio di gioco. Sul sito di gioco, i giocatori di poker ed altro acquistavano il biglietto per 315 Yen; la vincita, se si ripeteva per tre volte, poteva arrivare a 1'000 Yen o, addirittura, con cinque vincite di fila, fino a 10'000 Yen. I soldi, poi, erano trasferiti sull'account del giocatore. Secondo le stime, la percentuale di vincita di cinque volte di seguito si situava al 0,9%; dei 130 milioni di Yen di fatturato, solo 1'43 sono stati pagati ai clienti.