Gli azzurri si fano valere alle WSOP 2010

WSOP 2010, iniziano ad arrivare buone notizie anche dai “nostri”

E’ stato l’evento numero 6 delle WSOP 2010, a segnare il primo traguardo positivo per i giocatori di poker italiani. Stiamo parlando del torneo No Limit Hold'em Shootout da 5.500 $ di buy in che è terminato ieri, e che ha visto 358 iscritti, tra cui i nostri campioni Dario Minieri e Max Pescatori.

Prima conquista di premi WSOP 2010, da parte degli azzurri

Con grande soddisfazione, entrambi i giocatori di poker italiani sono riusciti a conquistarsi un posto nella “zona premi”, arrivando tra i primi 36 di questo torneo di poker WSOP 2010, e portandosi a casa entrambi, oltre 16.000 $ l’uno.

Dario Minieri si è infatti fermato al 22° posto eliminato da Chris Bell, abile avversario che ha chiuso un tris di K al flop, ed ha così decretato la sorte del professionista romano. Dario Minieri, che però è solo all’inizio delle sue WSOP 2010, continuerà di certo adesso le sue sfide di poker a Las Vegas, ancora più motivato grazie a questo 22° posto conquistato.

Piazzamento in zona premi del torneo 6 delle WSOP 2010, oltre che per Dario Minieri, anche per Max Pescatori, che conquista un 33° posto.

WSOP 2010 eventi 6 e 7, ecco i vincitori

A conquistare il braccialetto dell’evento 6 WSOP 2010, dove vi erano anche Dario Minieri e Max Pescatori, è stato poi un giocatore di poker di Chicago, Joshua Tieman. Per lui è arrivata la vittoria, insieme ai 441.000 $ del primo premio!

Anche il braccialetto dell’evento 7 delle WSOP 2010 è stato assegnato. A questo torneo non c’erano però né Dario Minieri né Max Pescatori. L’evento di poker nella specialità 2-7 Triple Draw Lowball Limit dal buy in di 2.500 $, è stato conquistato da un giocatore di poker ungherese, Peter Gelencser. Peter ha superato gli altri 290 iscritti, e si è portato a casa il primo premio di 180.730 $ dell’evento 7 WSOP 2010.