EPT Berlino, vince Kevin MacPhee

MacPhee vince l'EPT PokerStars di Berlino

Ieri pomeriggio, a Berlino, si è giocato il Final Table di questo EPT che sarà di certo ricordato tra tutti per il suo movimentato svolgimento (data la rapina di cui vi abbiamo parlato ieri), ma anche per un heads-up che ha lasciato col fiato sospeso fino alla sua conclusione, in cui ha trionfato, davvero meritatamente, il giocatore americano Kevin MacPhee.

Il Final Table

Partiamo però dai finalisti di questo EPT PokerStars, che erano; K. MacPhee (USA), K. Nathwani (UK), I. Tahkokallio (FIN), M. Inizan (FRA), M. Koller (CH), A. Wasek (POL), M. Neumann (GER), ed N. Behling (GER).

Tra di loro, i due finalisti che si trovavano a giocare in casa, Neumann e Behling, non sono riusciti a conquistare il titolo EPT né a piazzarsi tra i primi posti, ma anzi sono stati i primi due ad uscire di scena.

Behling si è infatti fermato all’ottavo posto con i suoi 72.000 € vinti, e Neumann al settimo per ben 120.000 €. Quest’ultimo, andava anche ad aumentare le chips di MacPhee con il quale si era scontrato, e che con Neumann, iniziava una serie di eliminazioni che lo avrebbero portato alla vittoria del famoso torneo di PokerStars.

La prima eliminazione causata da PacPhee

Al sesto posto, con 165.000 € di premio, ha concluso il suo torneo lo svizzero Koller, seguito dall'inglese Nathwani, quinto con 210.000 €, e sempre eliminato per aver cercato lo scontro con il futuro campione MacPhee.

Il giocatore polacco Wasek poi, forte di una coppia di donne, si trova in All In contro Inizan, che però ha una coppia di re. Il board dell’EPT non aiuta Wasek, che termina al quarto posto, con 280.000 €.

S’inizia così ad entrare nella parte più emozionante di questo EPT, che vede rimasti in gioco il leader del Final Table Kevin MacPhee, ma anche Marc Inizan ed Ilari Tahkokallio.

Il francese Inizan però, si trova con uno stack molto più basso dei suoi due avversari. Inizan cerca il raddoppio, tenta il recupero, e sembra voler rimanere ad ogni costo seduto a quel tavolo, ma nulla può contro MacPhee, che allo scontro floppa un’improbabile scala, e fa uscire terzo Inizan, con 350.000 € vinti.

Il momento dell'Heads Up

Siamo dunque all'heads-up finale dell’EPT PokerStars tra MacPhee e Tahkokallio.

I due partono quasi pari in chips, per una sfida conclusiva che dura ben tre ore, in cui le sorti dei giocatori sembrano cambiare e ricambiare. Aggressivo e determinato Macphee gioca cercando di stremare l’avversario, che però si difende benissimo e continua fino all’ultimo a cercare la vittoria.

Macphee, che per tutto il Final Table dell’EPT sembra aver avuto una marcia in più degli altri giocatori di poker, dopo ore ed ore di gioco appare ancora rilassato e sorridente, e si trova alla mano decisiva con 3 e 4, che al flop diventano una middle pair ed un progetto di scala.

Tahkokallio a questo punto tenta un bluff, avendo in mano solo 9 e 6 di cuori, che al turn, grazie ad un Jack di cuori, gli fanno sperare comuque in un colore.

Il river però è un 6 di picche, che determina la scala di Macphee, ed anche la sua vittoria.
Un milione di euro ed il titolo di campione vanno meritatamente a Kevin Macphee, mentre Ilari Tahkokallio vince il secondo posto che vale 600.000 €. Davvero una stupenda sfida questa!