IPT, Alessio Isaia trionfa

Alessio Isaia vince all'IPT di Sanremo

Ieri sera si è concluso l’Italian Poker Tour (IPT) di PokerStars, in corso ormai da qualche giorno a San Remo. Partiamo però dal Final Table, che vi avevamo comunicato essere formato dagli otto finalisti: Alioscia Oliva, Stefano Puccilli, Giorgio Salemi, Gerardo Muro, Jori Petteri Joukhimainen, Alessio Isaia, Riku Koivurinne e Tania Scemin.

Final Table IPT di Sanremo

Alessio Isaia è partito come chip leader di questo tavolo, che ha impiegato pochissimo tempo ad essere occupato da sette giocatori di poker invece che da otto.

Riku Koivurinne, che aveva si conquistato il suo posto al Final Table, ma era però lo short stack degli otto giocatori, ha cercato quasi subito il raddoppio delle proprie chips. Senza successo, è uscito di scena ottavo, con 13.000 € di premio. Il settimo posto poi, da 21.400 €, è andato al finlandese Jori Petteri Joukhimainen, che è stato eliminato da Alessio Isaia.

Anche l’unica donna ad aver mai partecipato ad un Final Table IPT, Tania Scemin, è stata eliminata da un inarrestabile Alessio Isaia, che è stato l’indiscusso protagonista della serata.

Al quinto posto si ferma Puccilli, anche se sembrava potesse andare molto più avanti, visto che per qualche istante, era riuscito ad imporsi lui come chip leader. A Puccilli vanno 27.000 € di premio. Salemi è il quarto eliminato, con un premio di ben 42.500 €.

La forza di Alessio Isaia

Isaia continua a controllare il gioco dell’IPT di PokerStars “dall’alto” della sua montagna di chips, sempre quindi, con un notevole stack rispetto agli altri. Non è comunque lui ad eliminare il terzo classificato, Gerardo Muro, che si scontra con Alioscia Oliva ed esce di scena con un premio da 58.000 €, facendo rimanere al tavolo i due finalisti, a cui spetta ora giocare l’heads-up.

Alessio Isaia contro Aloscia Oliva

Alessio Isaia ed Alioscia Oliva, si affrontano in un lungo ed appassionante testa a testa, che vede cambiare di continuo il chip leader, e chiamare repentini all-in che rovesciano le situazioni.

La conclusione arriva, quando Isaia rilancia con in mano 8-8, ed Alioscia con K-7 va in all-in, chiamato anche da Isaia. Al board arrivano un altro 8, poi 4, 9, 2, e 10. Ad Oliva rimangono solo pochissime chips, che Isaia gli porta via nella mano seguente.

Il nuovo campione della sesta tappa IPT è dunque Alessio Isaia, e per lui il meritato premio di 140.000 € ed una soddisfazione enorme. Ad Oliva, vanno 93.000 €, e tanti complimenti dei suoi colleghi, perché anche se non ha vinto, il suo gioco è stato comunque spettacolare.