Quarta tappa del Poker Gran Prix

Poker Grand Prix

Poker Grand Prix, il campionato di poker Texas Hold’em sponsorizzato dalla nota poker room di PokerDigitale, è arrivata alla sua quarta tappa, ultimo appuntamento con il gioco live all’interno di prestigiosi casinò italiani, prima del Gran Finale, dove i migliori saranno premiati ed eletti campioni del Poker Grand Prix edizione 2009.

Partito nello scorso Giugno, il torneo ha visto arrivare in questa quarta tappa ben 205 giocatori, incontratisi il weekend appena concluso al Casinò de la Vallée di Saint Vincent.

I satelliti di GiocoDigitale

La maggior parte dei partecipanti al Poker Grand Prix ha conquistato il suo posto attraverso i satelliti online messi a disposizione per l’occasione da GiocoDigitale, che ha offerto satelliti dal buy-in di poche decine di euro, in cui si vincevano pacchetti completi con iscrizione al Main Event insieme al soggiorno per tutto il weekend. Una parte dei giocatori di poker Texas Hold’em seduti ai tavoli verdi ha invece pagato personalmente i 1.100 € del buy-in per questo torneo.

Da Max Pescatori ad Alessio Isaia

Tanti i personaggi noti che hanno animato questo evento, come ad esempio il campione Max Pescatori, Alessio Isaia (giocatore che vanta tra le sue vittorie una sesta posizione ad un tavolo finale del WSOP 2008, il World Championship 7 Stud Hi/Lo da 5.000 $) ed anche Claudio Rinaldi, Andrea Benelli, Filippo Candio, Maurizio Guerra, ed Andrea Piva.

Molti tra loro non sono riusciti ad arrivare al tavolo finale composto solo da otto posti, e sono pian piano usciti di scena nei giorni iniziali del torneo. Chi invece è riuscito a sedersi su quelle sedie sono stati Paolo Rigano, Rocco Palumbo, Giovanni Maresca, Davide Costa, Alessio Isaia, Antonio Scalzi, Roberto Pompei ed Emiliano Conti.

Le prime eliminazioni

Palumbo è il primo ad uscire dopo pochi minuti dalla scena del Poker Grand Prix di GiocoDigitale, seguito a breve da Alessio Isaia, su cui erano riposte molte speranze, ma che conclude al settimo posto (con 8.360 €). Al sesto posto si ferma Costa (per 10.940 €), Rigano al quinto (con 13.920 €), quarta posizione per Conti (per 17.900 €) e terzo gradino dalla vetta per Maresca (con 17.900 €) che lascia la scena prima di arrivare al momento conclusivo dell’heads-up.

Antonio Scalzi vince

Roberto Pompei ed Antonio Scalzi si trovano faccia a faccia a contendersi il titolo del Poker Grand Prix, ma il duello dura solo il tempo di poche mani. Scalzi va in all-in con un AK in mano, e Pompei, che ha una coppia di due, chiama. Il board regala un K a Scalzi, che è così eletto campione della quarta tappa del Poker Grand Prix, con una vincita di 48.090 €! A Pompei spetta comunque il premio per il secondo posto, di 30.620 €.