PartyGaming chiude l’accordo con WPTE

PartyGaming ed i diritti del WPT

La World Poker Tour Enterprises ha accettato l’offerta di PartyGaming per l’acquisto dei diritti del WPT. La scorsa settimana sembrava che l’accordo fosse stato messo in crisi da un’offerta di oltre 36 milioni di dollari da parte della Mandalay Media, ed oggi invece viene confermata la chiusura dell’accordo con PartiGaming.


L’offerta della Mandalay Media

A quanto pare, un una riunione generale della WPTE il 30 ottobre è stato decretato che la proposta della Mandalay Media non fosse poi così interessante come sembrava all’inizio. Tale idea (testualmente: not a Superior Proposal) è stata confermata il 31 ottobre quando la WPTE ha ricevuto dalla Mandalay Media una proposta alla quale sono state apportate delle modifiche.

WPTE e NASDAQ

Nell’ultima settimana la quotazione in borsa del WPTE ha visto l’alternarsi di momenti di forte rialzo a momenti di ribasso. Ora che il titolo l’acquisizione del WPTE da parte di PartyGaming può essere finalizzata, sicuramente questo titolo raggiungerà un equilibrio.

I termini dell’accordo

I termini dell’accordo con PartyGaming prevedono che WPTE riceverà da PartyGaming 12.3 milioni di dollari, meno i costi di affiliazione che deve al gigante del gaming. Oltre a questo WPTE riceverà da PartyGaming il 5% sui futuri introiti nel gioco. Party acquista così i diritti del World Poker Tour (WPT), oltre 150 ore di programmi sul gioco del poker, i dati del ClubWPT che può vantare oltre 16.500 iscritti paganti in 37 stati USA.

Il futuro della WPTE prevede forti investimenti in attività non collegate al gioco online.