November Nine sfida tra Darvin Moon e Joe Cada

November Nine, oggi il gran finale

Procede il gioco al tavolo finale delle World Series Of Poker (WSOP), con il Main Event dei November Nine di questo 2009 che sta tenendo tutti gli appassionati di poker col fiato sospeso, in attesa di conoscere il nome del nuovo campione del mondo.



Phil Ivey è ormai eliminato, ma molti altri sono ancora in corsa

Il giorno dopo l’inaspettata eliminazione di Phil Ivey dai November Nine, a Las Vegas il torneo è ripreso per durare ancora molte ore, perché nessuno di coloro che era seduto a quel tavolo voleva rinunciare tanto facilmente al prestigioso braccialetto WSOP unito alla fama di campione del mondo, e soprattutto ad i suoi 8.546.000 $, che i November Nine permettono di conquistare!

Darvin Moon è inarrestabile

Darvin Moon, il giocatore che ha eliminato Phil Ivey, continua la sua scalata verso la vetta, eliminando al sesto posto anche Steven Begleiter che in mano aveva ben due donne servite, “sorpassate” però dalla coppia di assi che Moon è riuscito a chiudere al river.

Poi, Jeff Shulman è il quinto eliminato (per ben 1.953.395 $ di premio), e al tavolo dei November Nine delle WSOP si ritrovano i quattro finalisti Antonie Saout (chip leader con 62 milioni di chips), Eric Buchman (con 55 milioni di chips), Joe Cada (con 45 milioni di chips), e Darvin Moon (con soli 31 milioni di chips). Proprio l’ultimo tra tutti per chips, Darvin Moon, è il primo ad incominciare una netta risalita, eliminando Buchman e raddoppiando così il suo stack.

Joe Cada elimina Antoine Saout

A questo punto, al Final Table dei November Nine sono rimasti solo in tre, il chip leader è Antoine Saout con 80 milioni, che non può stare affatto tranquillo però, perché Joe Cada, determinato come non mai, lo “fa entrare” in due mani di gioco nelle quali prima gli dimezza le chips, poi lo elimina del tutto, vincendo un coin flip decisivo.

Darvin Moon e Joseph Cada sono dunque i due finalisti che si disputeranno il primo posto nell’heads-up dei November Nine (WSOP) che attendiamo con ansia.