IPT Nova Gorica: ecco com’è andata

Il vincitore dell'IPT di Nova Gorica

La scorsa settimana si è svolta una tappa del tour di poker più importante per il nostro paese: l’Italian Poker Tour (IPT), organizzato da PokerStars.it. In Slovenia la quarta tappa di questo circuito si è fermata a Nova Gorica, città nota a molti turisti italiani per i numerosi casinò presenti, che l’hanno resa famosa nel mondo con il soprannome di “Las Vegas della Slovenia”.

I partecipanti all'IPT

Il totale dei giocatori che si sono iscritti al l’Italian Poker Tour (IPT) di Nova Gorica è stato di 332 (che hanno pagato il buy-in da 2.000 € + 200 €, ricevendo le 20.000 chips per giocare), e il montepremi complessivo ha visto raggiungere la somma di 664.000 €, con 48 “posti pagati” (ovvero 48 premi da assegnare).I tavoli verdi hanno preso il via così all’interno dell’elegante Perla Casinò e Hotel, dove solo al Day 3 i giocatori erano rimasti in 31, tutti agguerriti per ottenere uno tra gli otto posti al tavolo finale.

PokerStars ha schierato i suoi due pro Elena Ichim e Pierpaolo Fabretti, che hanno avuto grandi avversari come Luigi Pignataro (vincitore dell’ICOOP), Max Pescatori, Cristiano Blanco, Gianni Giaroni, Andrea Benelli ed altri ancora.

Il Final Table di Nova Gorica

Il Final Table del l’Italian Poker Tour (IPT) di Nova Gorica ha visto però questi componenti: Gennaro Falanga, fermatosi subito all’8° posto con 16.200 €, Marco Bognanni, eliminato al 7° posto con 20.000 € vinti, Sebastiano Kisvarday, arrivato in sesta posizione per 27.000 € di premio, Antonino Di Martino, che porta via il 5° posto con 35.000 €, e Primoz Adamic, che giunge 4° con un premio di 45.000 €.

A contendersi la vittoria sono stati invece Davide Pennelli, Marco Pistilli e Marco Figuccia.

La finale

Davide Pennelli, abile giocatore soprattutto online, non è riuscito a contrastare gli ultimi due avversari ed è uscito di scena terzo, consolato almeno dal bottino di 65.000 €.

L’heads-up tra Marco Pistilli e Marco Figuccia è stato sin da subito molto acceso, ed è durato fin quando in Italia erano passate le 1:40 di notte.

Dopo tre ore di gioco faccia a faccia, Marco Figuccia riesce a vincere l’all-in contro l’avversario, conquistando l’ambito trofeo e un premio da 160.000 €. Marco Pistilli si deve accontentare così del secondo posto, che gli vale comunque 100.000 €.