EPT di Varsavia: vince Benzimra

Luca Pagano e Alfio Battisti all'EPT di Varsavia

Con grande enfasi si è concluso il Main EPT di Varsavia (Event dell’European Poker Tour), di cui vi abbiamo tenuto informati in questi giorni, e soprattutto in cui, insieme a tanti altri, speravamo di vedere uno dei due azzurri ancora in gara al tavolo finale (Luca Pagano e Alfio Battisti) portare a casa il titolo di campione.

L’Italia all’EPT di Varsavia

Purtroppo però non è andata così, ed anche se i risultati ottenuti dai nostri giocatori di poker non sono affatto negativi, il primo premio va in Francia, conquistato dal giocatore Christophe Benzimra, un 47enne di Nizza, proprietario di un'azienda di Plexiglas, che ha dichiarato di giocare a poker solo per hobby e per divertimento.

Luca Pagano ed Alfio Battisti

Ma ecco com’è andata all’EPT di Varsavia a Luca Pagano e ad Alfio Battisti, che meritano comunque i complimenti per l’EPT di Varsavia, in cui hanno sfiorato la vittoria.

Il primo tra i due ad essere eliminato è stato Luca Pagano, che si è trovato a scontrarsi proprio in un duello con Alfio Battisti in cui ha perso la maggior parte delle chips. Rimasto così “short stack”, e non riuscendo poi a recuperare, Luca Pagano ha concluso al quarto posto, buttato fuori da Christophe Benzimra, che fa call su un suo all-in. Questo piazzamento gli vale comunque 85.654 €.

Battisti VS Benzimra: la vittoria della Francia

Alfio Battisti arriva invece fino all’heads-up di questo EPT di Varsavia, specialità in cui il giocatore è molto bravo, ma davanti ha ancora il francese, che ha molte più chips di lui; alla decima mano di gioco, Christophe Benzimra riesce a far andare l’italiano in all-in.

Alfio Battisti spera di concludere un “colore” di fiori, ma non esce neanche una tra le carte di cui ha bisogno, e Benzimra, con in mano un asso, chiude la coppia, diventando il vincitore assoluto dell’EPT Varsavia, con ben 358.644 €. A Battisti tocca quindi accontentarsi di un secondo posto da 200.520 €, che consola in parte la sua amarezza.