Argentina: legalizzare il gioco online?

Argenitna verso il gioco online legale?

In un periodo che vede tanti paesi cambiare o modificare le loro norme sul gioco del poker, sia live che online, anche l’Argentina, che solo un anno fa sembrava decisa a contrastare in ogni modo la passione che accomuna sempre più persone, adesso sta valutando un piano per permettere il gioco del poker online sul suo territorio.


Decisione imprevedibile

Questo dietro front a molti sembra quasi impossibile, visto che praticamente fino a ieri in Argentina vi erano gravi sanzioni, ed addirittura il carcere, per gli operatori del gaming online che non avessero bloccato i portali di gioco del poker online ai cittadini argentini.

Ma da un giorno è cambiato tutto, visto che è stato approvato proprio ieri un emendamento che dà il via alla legalizzazione del gioco del poker online in questo paese, e ciò lo si evince in modo chiaro dalle parole che ha pronunciato Anibal Fernandez (Capo di Gabinetto della presidentessa Cristina Elisabet Fernández de Kirchner).

In una conferenza stampa, Anibal Fernandez ha dichiarato che nell’arco di pochi mesi, l’emendamento che permette il gioco del poker online potrà diventare una vera e propria legge (anche se potrebbero essere necessario molto più tempo per attuarla), e che l’intento di tale cambiamento di politica verso il gaming online da parte del governo argentino, è dovuto alla volontà di contrastare il gioco illegale, che già si è radicato da tempo.

PokerStars pronta per l'evento

A questo punto, tutti i più grandi network del settore saranno richiamati dal nuovo mercato, anche se qualcuno non ha atteso l’ultimo momento.

PokerStars.net, ad esempio, è già presente in Argentina da diversi mesi come sponsor del River Plate (società polisportiva con un’importante sezione calcistica, con sede a Buenos Aires), ed ha impresso sulle maglie dei calciatori il suo banner, anche se attualmente il sito offre solo partite a soldi finti. Ma, a quanto pare, tutto sta per cambiare e se il gioco del poker diventasse una realtà in Argentina, PokerStars sarebbe già in prima fila.