EPT Sanremo, vince Rijkenberg

Constant Rijkenberg

Si è conclusa da poco la tappa dell’European Poker Tour (EPT) di Sanremo, tra un inaspettato vincitore e grandi numeri, formati dai tanti giocatori e dal montepremi che ne è stato generato. Luca Pagano e Max Pescatori sono usciti presto dal torneo di poker, altri italiani ci hanno rappresentati, ma purtroppo non siamo usciti vincitori.


La vittoria di Constant Rijkenberg

Il vincitore, tra i 1.178 iscritti, è Constant Rijkenberg, un giovane di soli vent’anni arrivato dall’Olanda, e a quanto pare con una tecnica di gioco estremamente aggressiva dall’inizio alla fine del torneo di poker, unita ad un atteggiamento particolarmente tranquillo ed a volte quasi “freddo”, tanto che gli è stato dato il soprannome di "macellaio".

Le performance di Constant Rijkenberg gli hanno fatto vincere un milione e mezzo di euro (cifra proveniente dai buy-in di 5.300 €), che però Constant non terrà tutta per sé. Infatti, per partecipare a questo torneo di poker, il giovane studente di economia e commercio si è fatto finanziare da persone che hanno pagato la sua iscrizione, ed al quale adesso andrà il 50% della sua vincita.

Gli avversari di Constant Rijkenberg

Colui sul quale erano puntati gli occhi fin quasi all’ultimo, il costante chipleader Dragon Galic, è riuscito a classificarsi solo al quinto posto, eliminato proprio da Constant Rijkenberg.

Tra gli oltre 440 italiani presenti a questo torneo di poker European Poker Tour (EPT), solo uno è arrivato alla finale, ovvero il trentaduenne Danilo D’Ettoris, che si piazza all’ottavo posto e vince 114.000 €.

Il momento decisivo, quello dell’heads-up, è stato assai facile per l’olandese che, con in mano la coppia d'assi, ha visto l’all-in del suo avversario Kalle Niemi, che pensava (erroneamente) di avere la mano migliore con asso e dieci!

Numeri da record per quest'edizione dell'European Poker Tour

A questo punto, oltre al campione, di questo European Poker Tour (EPT) si ricorderanno certamente i grandi numeri da record: 1.178 iscritti, di cui 444 partecipanti italiani che hanno speso 5.300 € l’uno di buy-in (per un totale di 2.353.200 € pagati), ed un primo premio da 1.508.000 € che ha fatto sognare tutti i partecipanti!

L’organizzazione di un evento rivelatosi poi così grande è stata perfetta, e questo può solo far sperare che in Italia si organizzino sempre più spesso eventi di Texas Hold’em, che richiamano persone da lontano e che, a quanto pare, sono sempre più graditi e frequentati!