Il poker secondo “Poker anno uno”

Poker anno uno

Il convegno dedicato al poker online ed al poker live e chiamato “Poker anno uno: All In - Il mercato è ancora in partita o si è già giocato tutto?” si è aperto con una grande partecipazione di persone interessate all’argomento, e soprattutto, con la presenza di due grandi professionisti quanto si parla di poker.

Stiamo parlando del “pirata italiano” Max Pescatori (da non molto tempo testimonial di Gioco Digitale) e Luca Pagano (presidente della Federazione Italiana Texas Hold’em).

All’Hotel Crowne Plaza Rome St Peter, si sono tirate le somme del mercato che interessa il poker Texas Hold’em, un settore in grande espansione e che addirittura incrementa ogni mese del 40% il suo giro d’affari.

Il poker online in Italia

Dalle stime effettuate in merito al poker online, è risultato che Gioco Digitale, con 56 milioni di euro raccolti a gennaio, è il leader indiscusso del poker online italiano (pensate che da solo rappresenta una fetta del mercato pokeristico virtuale pari al 39.9%). Anche Poker Club di Lottomatica arriva a grandi numeri, con 23 milioni di euro guadagnati.

Altri numeri importanti sono quelli che emergono dal periodo Settembre 2008 - Gennaio 2009, dove si calcola che il Ministero delle Finanze abbia avuto un’entrata economica, generata dai siti, di 11,6 milioni di euro.

Il poker online nel mondo

Per quanto riguarda il mercato mondiale del poker online, PokerStars domina ogni scenario del poker e continua un’ascesa sempre più rapida, con i suoi 100.000 iscritti che ogni giorno aumentano ed ai quali promette dei software sempre migliori ed affidabili.

PokerStars, tra l’altro, è stato l’oggetto di dibattito nella seconda parte del convegno romano sul poker online. Questo importante operatore estero partito proprio questi giorni con il gioco a soldi veri nel mercato del gioco a distanza italiano, ha visto mettere in discussione vari punti, tra cui l'introduzione del cash game e le modalità dei tornei di poker, oltre ai sistemi di repressione del gioco illegale.

Il country manager di PokerStars per l'Italia, Fabio Bufalini, si è dovuto confrontare con tante differenti idee rispetto a quelle messe in pratica da PokerStars, ma ha saputo gestire al meglio le polemiche.

Il poker live

Discussione del convegno anche sul poker live: è stato qui evidenziato l’incremento di questo settore, dove tra circoli e federazioni, si arriva a contare 74.000 associati e 3.400 tornei di poker svolti ogni mese.

In breve

Concludendo, questo incontro ha evidenziato tanti differenti aspetti positivi di questo mondo, e la cosa ha fatto molto piacere agli appassionati di poker online, poker live ed ai numeri uno del settore, che si ritrovano con sempre più persone a seguirli ed apprezzarli. Noi di certo siamo tra questi.