Intervista a Gino “El Diablo” Alacqua

Intervista a Gino

“Nel poker, ad alti livelli, le mosse sono automatiche, come i colpi del tennis.” Queste le parole di Gino “El Diablo” Alacqua, il famoso giocatore di poker intervistato da Poker.it. Giocatore di poker e personaggio molto interessante, Gino Alacqua fa un analisi molto razionale del poker e dell’approccio avuto con questo gioco e con il Texas Hold’em.

Piccoli cenni biografici su Gino “El Diablo” Alacqua

Gino Alacqua nasce a Francoforte il primo di Novembre del 1961, studia in Italia (prima in Sicilia, poi a 17 anni si è trasferito a Lecco) per diventare ragioniere.

Nel 1979, grazie ad un suo hobby, conquista già una fetta di gloria (anche se non ancora all’insegna del poker!), diventando il più giovane paracadutista in Italia, dato che gli viene conferito il brevetto di paracadutista civile all’età di soli 17 anni e 7 mesi!

Amante di tutti gli sport ed in particolare del tennis, diviene coordinatore tecnico del Tennis Club Lecco, ma continua a coltivare anche tante altre passioni, tra cui l’arte antica. All’età di circa trent’anni inizia a svolgere l’attività di mercante d’arte, che diviene definitivamente il suo lavoro, almeno fino all’anno 2006.

Gino “El Diablo” Alacqua ed il poker

Ovviamente ad un certo punto il poker entra a far parte della sua vita, inizialmente in modo poco invasivo, diventando poi qualcosa di molto importante. Stiamo parlando del 2006 e del momento in cui, tramite alcuni amici, Gino “El Diablo” Alacqua entra in contatto con le regole dell’Omaha e del Texas Hold’em.

L’intervista di Gino "El Diablo" Alacqua a Poker.it

Giocatore di poker dal comportamento di tutto rispetto, sempre elegante, molto disopnibile al dialogo e molto poco incline al lamentarsi, Gino “El Diablo” Alacqua ha rilasciato un intervista alla Redazione di Poker.it.

In quest’intervista Gino "El Diablo" Alacqua spiega il suo rapporto con il poker, con il Texas Hold’em, da consigli ai “nuovi giocatori” e ci racconta un po di se!