PokerStars legale in Italia



Chi si preoccupava del fatto che il poker legale in Italia, in accordo con la normativa AAMS, rischiasse di non avere successo perchè sarebbe stato troppo difficile competere con le poker rooms ormai affermate, deve fare i conti con quanto sta avvenendo adesso.



Non solo i responsabili delle poker room attualmente attive sono soddisfatti dei risultati che stanno ottenendo nel mercato del poker online in Italia, ma l’ingresso di giganti del settore nonchè il fatto che abbiano ottenuto una licenza, cambierà molte cose.

Il fatto che adesso anche PokerStars sia legale in Italia avrà sicuramente moltissime ripercussioni sul mercato, anche per quelle poker room attive, ma non legali, che da anni operano nella nostra repubblica.

PokerStars

Il 10 ottobre 2008 PokerStars ha finalmente ottenuto la licenza da parte dell’AAMS. Gli addetti ai lavori sapevano che c’erano delle trattative in corso, ma era ancora tutto in fase di elaborazione.

Oggi la notizia e certa e già collegandosi al sito se ne ha la conferma.

Non solo è già online, ma è ancora possibile giocare al Texas Hold’em nel rispetto della normativa vigente nel nostro paese. E' possibile giocare al poker legale in Italia. Giocando in questa poker room, sponsor di alcuni nostri grandissimi giocatori professionisti quali Luca Pagano e Dario Minieri, si avrà modo di qualificarsi per i più grandi tornei sponsorizzati proprio da questa sala: WPT ed il WSOP di Las Vegas.

Inizialmente, fintanto che la piattaforma di gioco non sia definitivamente pronta, sarà possibile giocare a poker in modalità di pratica, ma ben presto la versione con soldi veri sarà disponibile per tutti gli amanti del poker online.

Questa è davvero una grande novità ed anche un traguardo per i promotori del poker legale. Molte le poker room più famose che, sulla scia di PokerStars, stanno cercando di ottenere la licenza. Noi appassionati attendiamo con ansia di vedere cosa avverrà nel prossimo futuro.