WSOPE '£2,500 H.O.R.S.E.': Farnood il vincitore



Dopo Qushqar Morad, un altro Afgano riesce a imporsi vincendo un braccialetto WSOP: Sherkhan Farnood, originario di Kabul, e' riuscito in quella che è considerata l'impresa più ardua in un torneo di poker.




Il braccialetto WSOPE

Dopo tre lunghe giornate ed un estenuante tavolo finale durato ben 14 ore, lo svantaggiato Sherkhan Farnood è riuscito ad aggiudicarsi il suo primo braccialetto WSOPE (World Series Of Poker Europe) battendo Ivo Donev in heads-up e aggiudicandosi il primo premio di £76.999(sterline inglesi) all'Event #2 '£2.500 H.O.R.S.E.' .

L'H.O.R.S.E.

Per giungere a questo risultato Farnood ha dovuto fare i conti con alcuni dei giocatori più tosti a questa specialità di gioco che è considerata una delle varianti più difficili dai professionisti del poker. L'H.O.R.S.E. (Horse, Omaha, Razz, Seven card stud e Eight) infatti, è la combinazione di 5 varianti di poker a limite fisso e Il passaggio da una variante all'altra è caratterizzato da incrementi dei bui, giri completi del bottone o da un determinato intervallo di tempo. Inutile dire che generalmente solo giocatori di un certo spessore si dedicano a questa variante che richiede, oltre ad una notevole padronanza dei vari giochi, anche un notevole elasticità mentale, richiedendo al giocatore stesso un diverso approccio ad ognuno dei giochi.

L'Event

La terza giornata dell' Event ha visto già da subito Howard Lederer in testa alla classifica dopo una lunga seconda giornata, che ha visto uscire fuori gli 11 finalisti. Howard Lederer deteneva infatti la chip leader del tavolo finale, con £283.500. Di seguito la disposizione dei giocatori al tavolo finale con il relativo stuck:

P 1: Sherkhan Farnood £88.000
P 2: Phil Ivey £139.000
P 3: Spencer Lawrence £113.500
P 4: Jeffrey Lisandro £165.000
P 5: Ivo Donev £65.000
P 6: Jeff Duvall £136.000
P 7: Howard Lederer £283.500
P 8: Mark Gregorich £104.000

Il tavolo finale

La terza giornata è stata caratterizzata dallo scambio della chip leader e dello short stuck fra i finalisti, ma una vittoria al Razz con un piatto decisamente sostanzioso ha visto ribaltare definitivamente la situazione a favore dell'Afgano Farnood. Infatti in quella mano tutte le chips sono finite nel piatto riportando Farnood pari in chips cambiando le sorti della partita. Dopo ore di tavolo finale, Ivo Donev ha terminato al secondo posto vincendo £48,125 mentre Sherkhan Farnood è passato alla gloria vincendo il primo premio di £76,999. Farnood è il secondo Afgano vincitore di un braccialetto WSOP, dopo Qushqar Morad che lo aveva vinto nel 2002.