IPO 10 Campione Special Edition, day 1C

IPO 10 special edition day1C ecco il blog live di poker.it

Se al day 1A si pensava di aver battuto ogni record di iscritti con 733 iscritti, questo record è stato nuovamente battuto ieri al day 1B con 859 giocatori seduti ai tavoli verdi dell'IPO 10 Campione Special Edition. Oggi alle 19:00 parte la terza prima giornata di gioco, il day 1C. Lo staff è pronto, anche la sala al secondo piano. Seguite tutta l'action sul nostro blog live!

Ore 3:30, livello 11 bui 800/1600 out Giorgia Tabet, 460 player left

giorgia-tabet_0.jpg

Si è appena concluso l'ultimo capitolo di questo Day 1B e i player rimasti in gara sono circa 460. Ci abbandona poco prima del termine di questa giornata di torneo anche Giorgia Tabet nel corso del decimo livello di gioco. Ecco l'azione. Openlimp di Agazio Chirabino e Giorgia Tabet manda i resti da middle position per 14.800: chiama Natale Albanese da Hijack, call anche di Chirabino. Al flop escono 9♥ T♦ 9♦, Albanese mette nel piatto 20.000 e Chirabino folda. La Tabet mostra A♦ 7♣ e l'avversario K♣ K♥. Turn e river con 8♥ 4♥ e per Giorgia Tabet finisce il torneo. E vi diamo appuntamento a domani con un Day 2A sicuramente tutto da seguire

Ore 01:30, livello 8, bui 400/800 -100 out Francesca Pacini

francesca-pacini.jpg

Anche Francesca Pacini è out dall'Italian Poker Open 10 a causa di un river a dir poco impietoso. Ecco l'azione: apre l'UTG + 1 per 2.100 e la Pacini con K♦ K♠ mette i suoi resti per circa 12.000 trovando il call dell'avversario che mostra 6♣ 6♦. Il board, però, è tutto per il secondo con 8♦ Q♦ J♥ 8♥ 6♠. Un river maledetto condanna la sfortunata Francesca Pacini out dal torneo all'ottavo livello di gioco. Al momento i player in gara sono 679. Fra questi Danilo Donnini, Riccardo Lacchinelli, Salvatore Bonavena, Alessandro Meoni e Francesco Nguyen.

Ore 01:10: finalmente il payout: al primo 240K

E' finalmente arrivato il payout dell'IPO 10 Campione: Grazie ai 2492 iscritti, infatti, il montepremi ha superato il milione garantito raggiungendo 1.208.620 euro. Per quanto riguarda la prima moneta al vincitore andranno ben 240K. Per quanto riguarda gli altri premi, invece, il secondo prenderà 130.000, il terzo 101.000, il quarto 78.000, il quinto 60.000, il sesto 45.000, il settimo 35.000, l'ottavo 27.000, il nono 19.920 euro. Dalla decima alla dodicesima posizione, invece, 12.200€, dal tredicesimo al quindicesimo 9.200, dal sedicesimo al ventesimo 6.200, dal ventunesimo al trentesimo 4.300, dal trentunesimo al quarantesimo 3.600, dal quarantunesimo al cinquantesimo 3.100, dal cinquantunesimo al sessantesimo 2.600, dal 61 all'ottantesimo 2.100, dall'ottantunesimo al centesimo 1.800, dal centounesimo al centoventesimo 1.500, dal centoventunesimo al centosessantesimo 1.250, dal centosessantunesimo al duecentesimo 1.000, dal duecentounesimo al duecentocinquantesimo 870€. Come sempre la zona premio è di circa il 10% dei giocatori iscritti.

Ore 00:45: Alessandro de Michele non supera il break: 698 player left

Alessandro-de-Michele_0.jpg

Poco prima del break ci saluta anche Alessandro de Michele eliminato dall'IPO 10 con una mano a dir poco sfortunata. L'azione è tutta preflop: De Michele apre 1400, chiamano due player e il BB ne mette 5600. A questo punto Wudimello manda i resti per circa 28.000 con K♣ K♥ e il big blind chiama con A♠ K♦. Il board è tutto per il secondo con A♥ K♠ 8♠ A♣ A♦. Per Alessandro de Michele il torneo finisce qui. Al momento i giocatori rimasti in gara sono in tutto 698.

Ore 00:10, livello 7, bui 300/600 - 75: intervista a Danilo Donnini

Mentre il Day 1C prosegue qui ai tavoli del nono piano del casino Campione d'Italia al momento della prima pausa siamo riusciti a fare due chiacchiere con Danilo Donnini. Anche con lui abbiamo approfondito alcuni argomenti d'attualità. Nel video di sopra l'intervista.

Ore 23:15, livello 6, bui 200/400 - 50, out Enrico Mosca

enrico-mosca.jpg

Siamo appena entrati nel sesto livello del gioco e i player left adesso sono 820. Al termine del precedente livello viene eliminato dal Day 1C dell'IPO 10 Campione anche Enrico Mosca. La mano è la seguente: apre UTG per 600, cutoff tribetta 1500 e Mosca da bottone fourbetta 2900 con 7♦ 8♦. Il piccolo buio a questo punto fivebetta 7.000: foldano tutti tranne Mosca che flatta. Al flop escono Q♦ T♣ 2♦ e lo small blind punta 8500 e Mosca manda i resti trovando il call dell'avversario che a questo punto mostra T♠ T♥. Il turn recita un 6♦, Mosca chiude il draw, ma un river assassino con un 2♠ regala il full all'avversario e per Mosca l'IPO campione 10 termina al quinto livello di gioco.

Ore 22:15: out Minasi al terzo livello di gioco

Eliminato Alessandro Minasi che non va oltre il terzo livello di gioco qui all'IPO Campione 10. Ecco la mano che ne ha decretato l'eliminazione. Apre Minasi da Hijack per 525, call del bottone e lo small Blind tribetta 700: call di Minasi e del bottone. Il flop recita 5♣ 6♦ 8♦, lo small blind betta 2100 trovando il rasie dei Minasi per 5100: fold del bottone, call dello Small Blind. Al turn esce un J♠: check dello SB, bet 10.000 di Minasi e call. Il river, invece, è un Q♥: lo small blind manda il suo resto e Minasi chiama mostrando 8♣ 8♠. L'avversario mostra Q♣ Q♦ e un river maledetto manda a casa Alessandro Minasi che non va oltre i primi livelli di gioco dell'IPO 10.

Ore 21:45 intervista a Michael Zanzuri del team pro Titanbet.it

Cogliamo l'occasione per aprire una parentesi riguardo il nuovo team pro di Titanbet.it. E infatti ecco la nostra intervista a Miachel Zanzuri che insieme a Ferdinando Lo Cascio porterà la patch della poker room.

Ore 21:15, livello 4, bui 150/300: 2495 player iscritti

E finalmente al termine del terzo livello di gioco sappiamo il numero reale dei giocatori iscritti a questa decima edizione dell'Italian Poker Open. Parliamo, dunque, di 2495 player, numeri che vengono eguagliati soltanto a las Vegas e che fanno dell'IPO il torneo di maggior successo in Italia. Ovviamente la notizia è stata salutata da un rumoroso applauso dai giocatori che questo punto entrano a pieno titolo nella storia del poker.

Ore 20:30, livello 2, bui 75/150 i player all'Italian Poker Open 10

IPO-10-day-1C.jpg

Un field di tutto rispetto quello che si è presentato qui all'IPO 10 Campione. E infatti dato il montepremi garantito di questa decima edizione sono stati tanti i player che hanno deciso di pagare il popolare buy in alla caccia della prima moneta. E allora fra gli iscritti che hanno usufruito della formula re entry vi segnaliamo Francesco Nguyen, Riccardo Lacchinelli, Alessandro de Michele e Giorgia Tebet. A loro aggiungiamo anche Salvatore Bonavena, Danilo Donnini, Alessandro Meoni, Enrico Mosca, Elios Gualdi, vincitore di una precedente edizione dell'IPO, Alessandro Minasi, Paolo Luini, della scuola Vivere di Poker, e ovviamente tanti altri che vedremo nel corso del torneo. E se volete guardare un'istantanea dal torneo data un'occhiata all'immagine di sopra e vi accorgerete di quanto è piena la sala.

Ore 19:30, livello 1 bui 50/100: 900 iscritti al Day 1C dell'IPO 10

Se nelle giornate precedenti il numero degli iscritti all'Italian Poker Open 10 ha superato di gran lunga le 1500 unità, il Day 1C non ha per niente disatteso le aspettative previste. E infatti gli iscritti di questa giornata sono stati in totale 900 per un totale di circa 2500 partecipanti. Un vero e proprio record in Italia se consideriamo che grazie al totale di giocatori di poker che hanno pagato il buy in da 550 euro il montepremi supererà di gran lunga il milione di euro garantito. Dunque, un successo di numeri senza precedenti tanto che anche questa volta la sala congressi no è bastata e gran parte dei player si sono dovuti accomodare al secondo piano. E per il momento guardiamoci il video di presentazione di questo IPO 10 Campione.

Torna alla pagina principale dell'IPO 10 Special Edition

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Trascrizione del video: intervista Danilo Donnini

Buonasera a tutti gli amici di Poker.it, siamo al day 1 C dell’IPO campione 10 con Danilo Donnini, che comunque è ancora seduto al torneo.

“Per adesso”

Con tanti giocatori, beh per adesso, magari insomma arrivi in fondo non si sa mai. Senti io volevo cominciare l’intervista comunque parlando un po’ dell’attualità, di questo periodo. Allora, la situazione del poker live no, abbiamo visto anche il tuo video insomma, abbiamo avuto modo di farci un’idea. Quali sono secondo te le ragioni per cui non si riesce ad uscire fuori da questa situazione secondo te?

“Guarda principalmente perché i protagonisti di questa vicenda non hanno tutti l’interesse davvero, che si arrivi in porto. Diciamo che ci sono molte difficoltà, la difficoltà principale è che AAMS spinge perché il poker sia canalizzato lungo la strada del gioco, in senso di gioco d’azzardo, e quindi di conseguenza vorrebbero che in questo modo lo stato ufficializzasse il tutto per far si che ci fossero degli introiti ovviamente nell’erario. D’altro canto ci sono i circoli che spingono finchè il poker sia legalizzato, ma anche qui la strada è difficile perché molti dei circoli, nei circoli si fa cash game e quindi facendo cash game tu sai che, praticamente è illegale allo stato puro. Quindi anche qui i gerenti dei circoli non hanno tutto questo interesse e voglia che ci sia una legalizzazione totale, vorrebbero una legalizzazione, però a loro interesse”.

E’ un po’ un gatto che si morde la coda, di’.

“D’altro lato ci sono poi in fine i grandi, diciamo così, ex padroni delle federazioni che invece vorrebbero essere ancora loro i protagonisti, e vorrebbero continuamente, essere diciamo così a capo di queste pseudo federazioni, che ancora non ci sono. E’ un guazzabuglio, noi stiamo cercando di farci sentire, stiamo cercando di battere un’altra strada che è quella del CONI cioè quella dello sport, ed anche se è difficile lo sappiamo bene, perché davvero questa strada è pressoché impossibile forse oggi”.

E secondo te se ne veniamo fuori da questa situazione, quanto tempo ci vorrà?

“No, non posso dirti un tempo… guarda secondo me è difficile che ne veniamo fuori, perché anche col CONI, e io sono ancora ottimista, spero, mi auguro che si possa far qualcosa, realmente i tempi sono davvero lunghi, secondo me. Anche perché una volta, per assurdo, ottenuto qualcosa, poi l’ottimizzazione di tutto quello che deve essere un palinsesto attuativo porterà veramente a tempi lunghissimi”.

Senti parliamo adesso un po’ del torneo no, ma diciamo di questo tipo di tornei più che altro, i tornei dal buy-in basso. Per me questo è il periodo in cui stanno avendo maggior successo rispetto ai tornei tipo l’IPT, l’EPT che comunque costano di più. E’ una domanda che comunque ho fatto un po’ a tutti i giocatori e comunque volevo sentire anche il tuo punto di vista.

“Si, il mio parere è che in Italia questa tendenza è reale, se guardiamo invece all’estero, io ti dico vengo dal circuito dell’EPT che ho fatto quasi tutto quest’anno, e all’EPT le carenze son state davvero poche, le defezioni davvero poche, i buy-in alti e non hanno fatto scappare i giocatori, sono andati comunque in tanti a giocare a Barcellona, a Praga, anzi hanno fatto, hanno battuto i record anche a Deauville e così via. E’ vero purtroppo che in Italia questa tendenza non c’è, perché comunque la crisi si fa sentire di più, e purtroppo siamo a questo livello. Oggi i buy-in bassi tendono ad essere più frequentati, ed alla fine forse è meglio così questo gioco diventa sempre più popolare e quindi è giusto che la gente possa giocare”.

Beh io infatti penso che rientri anche un po’ nella psicologia dell’italiano, oltre, non proprio solo di questo gioco, anche proprio comunque dell’italiano, che comunque gli italiani sono effettivamente un popolo un po’ di giocatori, diciamolo no?

“Assolutamente si, e poi ti devo dire ho un’altra visione io, che con l’esperienza all’estero, con tutti i tornei che sto facendo all’estero, me ne sto rendendo sempre più conto, come vediamo i risultati parlano chiaro, italiani che vincono all’estero ce ne sono davvero pochi, difficilmente si riesce ad ottenere dei risultato nei grandi tornei internazionali. Questo perché gli italiani hanno iniziato a giocare a questo gioco da molto poco, da molto meno tempo rispetto a tanti altri paesi, e questa è una conseguenza che spinge forse gli stessi a non partecipare a dei tornei con buy-in più alti, anche se potessero, per assurdo potrebbero andare e permetterselo. Però così non è, forse anche per questo motivo”.

Manca un po’ di maturità probabilmente.

“Un po’ di esperienza sicuramente, a livello internazionale”.

Senti IPO 10 un successo clamoroso, un commento su questo torneo.

“Beh il field è enorme, devo dire che l’organizzazione sta reggendo bene, per adesso quindi sono felice che riescano gli amici Andreabet, riesca ad ottenere un buon successo, un grande successo non un buon successo. Il problema è proprio nel numero enorme dei giocatori, per vincere un torneo del genere il fattore fortuna è davvero preponderante. L’abilità la metti nel cassetto e dici va bene spero di farcela, però devo avere davvero tante mani. Perché se non vedi le carte, soprattutto se non le vedi quando gli altri cell’hanno, hai ben poche chance in un torneo con così tanti giocatori”.

Beh certo, a proposito ti facciamo un in bocca al lupo visto che comunque effettivamente..

“Grazie, crepi”.

E vabbeh niente, io ti lascio ritornare al torneo visto che ti abbiamo tenuto quasi 5 minuti. Grazie per l’intervista.

“A voi”.

In bocca al lupo di nuovo, ci vediamo alla prossima.

“Alla prossima, ciao”.

Ciao a tutti.

“Ciao”.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Trascrizione del video: Michael Zanzuri al team pro

Buonasera a tutti gli amici di Poker.it, siamo all’IPO Campione 10 con Michaal Zanzuri cha ha appena cominciato questa nuova avventura con Titanbet, giusto? Questa sponsorizzazione.

“Corretto, giusto”.

Senti da quando hai cominciato a giocare a poker online, ti saresti mai aspettato di raggiungere un traguardo del genere?

“Beh, sinceramente quando ho iniziato no, perché ho iniziato per hobby, insomma per divertimento, poi naturalmente giocando sono iniziati ad arrivare dei risultati, e di conseguenza con il tempo, diciamo, ho iniziato ad aspirare qualcosa di più”.

E quando ti sei appunto, e quando è arrivato questo momento, quando ti sei accorto che potevi forse ottenere qualcosa di più proprio?

“Beh, quando riuscivo a portare a casa dei risultati importanti nei tornei online, diciamo tra quelli più importanti in Italia, e quindi di conseguenza mi sono accorto di avere delle potenzialità”.

Quindi poi è cominciato diciamo un corteggiamento da parte della poker room, un avvicinamento diciamo?

“Diciamo un avvicinamento si, io ho iniziato diciamo a prenderla più sul serio, diciamo ecco e di conseguenza è arrivata questa sponsorizzazione”.

Senti tu sei un giocatore soprattutto online o anche live?

“Soprattutto online, attualmente online, diciamo che ecco questo è il secondo live, il primo l’ho fatto l’altr’anno all’IPO 9, uscito al Day 2, diciamo che ecco..”

Fresco fresco proprio.

“A livello di live questa è la prima esperienza diciamo importante”.

E quindi quali saranno probabilmente le prossime, hai già un’idea di quale sarà il tuo percorso?

“Mah diciamo insieme al team collauderemo le tappe da fare, in base anche agli impegni che ho, io faccio un altro lavoro quindi ecco non è semplice unire le due situazioni”.

Si ma se io ti parlo di Las Vegas, guarda è la stessa domanda che ho fatto al tuo collega pochi minuti fa?

“E’ normale che mi brillano gli occhi perché Las Vegas insomma è l’aspirazione di tutti quanti, quindi il sogno di tutti i giocatori. Arrivare a Las Vegas sicuramente è una mia idea, una mia ispirazione”.

Ok io non ti chiedo altro, ti lascio andare visto che comunque il torneo è ancora, è ancora vivo, insomma ci vuole un po’ prima che finisca questo day, ti faccio un in bocca al lupo.

“Crepi”.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Trascrizione del video: presentazione del day 1C

Signore e signori buonasera a tutti, benvenuti al Casinò di Campine d’Italia per questa terza giornata dell’Italian Poker Open, decima edizione da un milione di euro garantito.

Bene, io presento subito lo staff che vedete sul palco, abbiamo i Direttori Raffaele Maria De Nicola e il nostro Stefanini, e Christian Scalzi. Al mio fianco c’è un uomo per il quale chiedo subito un grande applauso, il country manager Titanebt, ha voluto l’IPO da un milione di euro garantito, Raphael Naccache. Ci ha creduto, e direi che la sua scommessa è stata assolutamente vincente ed ovviamente grazie a voi che avete fatto in modo di renderla tale.

Beh, è un milione di euro garantito, buy-in 550, era chiaro bisognava arrivare praticamente a 2.000 iscritti. La notizia è che ovviamente i numeri sono chiari li abbiamo ampliamente superati, non vi do un numero ufficiale, vi posso dire che superando i 2.000 è stato già un risultato sensazionale, ma ci si può iscrivere fino alla fine del 3° livello. E’ ovvio che questa decima edizione dell’IPO, battendo se stessa è entrata nella storia del poker italiano raccogliendo il maggior numero di iscritti in un torneo mai disputato nel nostro territorio.

Come ben sapete il Casinò di Campione d’Italia, Campione d’Italia, è un’enclave in provincia di Como quindi siamo a tutti gli effetti in Italia, abbiamo fatto questo record tutto italiano, però, prima di dire quale sarà, come in una grande corsa, il tempo che rimarrà nella storia, aspetteremo la fine del terzo livello. Voi però essendo qua oggi, siete già entrati a tutti gli effetti nella storia del poker italiano, e proprio per questo motivo vi invito a farvi un grandissimo applauso, complimenti a tutti voi e grazie per essere qui alla decima edizione dell’Italian Poker Open.

Il ringraziamento va ovviamente ad Andreabet, al suo fantastico staff che ha lavorato alacremente non solo in questa edizione ma in questo biennio, per costruire un evento che potesse essere un riferimento del poker in Italia. Il grandissimi staff lo vedete, tra una cosa e l’altra, Andrea, rappresentato da tutti i dealer che stanno lavorando ai tavoli con la massima professionalità, a coloro che sono in un angolo della sala per preparare le chip, per preparare l’ottimizzazione di tutto questo fantastico prodotto. Ed a proposito di angoli, quello che vedete di fronte a me, dove sto guardando ora, è l’angolo griffato Titanbet, tutti i giocatori che si sono qualificati tramite i satelliti su Titan possono recarsi la per avere dei meravigliosi omaggi, dei meravigliosi punti di riconoscimento e di riferimento per quanto riguarda questa fantastica room, Titanbet.it.

Per oggi abbiamo tre rappresentanti dello staff, come detto Raffele Maria De Nicola, Fabiano Stefanini, Christian Scalzi. La palla passa al nostro Fabiano Stefanini per presentarvi tutte le dinamiche tecniche di questo IPO, per consentirvi di giocarlo al meglio, e poi ovviamente la palla passerà a Raffele Maria De Nicola che avrà l’onore e il piacere di dare lo shuffle up and deal a questa magica giornata che sancisce un risultato storico nel poker italiano. Per quanto mi concerne, a tutti voi un più sincero augurio di un buonissimo poker e soprattutto di buon divertimento. Complimenti ancora!