IPO 10 Campione Special Edition, day 1B

IPO 10 special edition day 1b ecco il blog live di pokerit

Dopo un day 1A con 733 giocatori iscritti, anche per il day 1B dell'Italian Poker Open Special Edition l'aspettativa è quella di raggiungere un numero record di iscritti, grazie anche all'opzione del re-buy. Ottima l'affluenza di big del poker. Chi incontreremo al day 1B?

Ore 03:10, livello 11, bui 800 / 1600 - 200: out Filippo Candio

Poco meno di venti minuti alla fine del Day 1B dell'IPO 10 Campione e anche Filippo Candio viene eliminato dal torneo. La mano che ne decreta l'uscita è la seguente. Candio pusha i resti per otto bui con A 2 suited e viene chiamato dall'oppo con 6 6. Un board liscio e il November Nine 2010 è out dall'IPO Campione 10 Special Edition. Pochi minuti dopo e anche Alessandro Fasolis viene eliminato. E ora i player in gara sono in totale 476.

Ore 02:00, livello 9 bui 500/1000 - 100: intervista a Ferdinando Lo Cascio all'IPO Campione 10

Non succede molto in questo momento all'IPO 10 Campione e tutti i principali player di cui vi abbiamo parlato in precedenza (Giorgia Tabet a parte) sono ancora seduti ai tavoli del casino: in tutto adesso sono 570 Fra questi, come vi abbiamo accennato in precedenza, c'è anche Ferdinando Lo Cascio che oggi ha ufficializzato la sua nuova sponsorizzazione con Titanbet.it. E noi chiaramente non potevamo fargli qualche domanda visto che ha appena cominciato una nuova avventura con la poker room.

Ore 01:30: Giorgia Tabet out dall'Italian Poker Open 10

giorgia-tabet.jpg

Termina la corsa di Giorgia Tabet all'IPO Campione 10 che rimasta corta cerca di rimontare puntando i suoi resti su una coppia di 7 ma trova una coppia di Q ed una di A che determinano la sua uscita. Ottimo stack, invece, per Marco Bognanni appaiato sui 150K nonostante sia stato appena spostato di tavolo. Resistono Ferdinando Lo Cascio con all'incirca 100K e vediamo ancora ai tavoli Gabriele Lepore e Filippo Candio.

Ore 23:15 intervista a Filippo Candio presente all'IPO 10 Campione

Siamo ormai al sesto livello di gioco inoltrato qui all'Italian Poker Open 10 e nonostante il numero dei giocatori sia ancora elevato abbiamo trovato il tempo per una chiacchierata a tu per tu con Filippo Candio con cui abbiamo fatto una breve digressione su alcune tematiche, secondo noi, decisamente attuali. In alto la nostra intervista al grande November Nine 2010.

Ore 22:40, livello 6 bui 200/400 - 50: presentazione del team pro

Titanbet-team-pro.jpg

Una notizia che era già nell'aria e che finalmente possiamo confermarvi dal nostro blog live. Titanbet.it ha adesso un team pro composto da giocatori molto forti. Parliamo, infatti, di Ferdinando Lo Cascio e Michael Zanzuri che sono seduti ai tavoli del casino insieme agli altri 761 player left.

Ore 22:00, livello 4 bui 150/300: intervista a Gabriele Lepore

Sta per concludersi anche il quarto livello di gioco e finalmente sappiamo che il numero degli iscritti qui all'IPO 10 Campione è di 859 giocatori di cui al momento ne rimangono 810. E mentre il torneo ecco la nostra prima intervista qui al Day 1B dell'IPO 10. Poco prima del suo ingresso in sala, infatti, siamo riusciti a scambiare due parole con Gabriele Lepore che in quest'ultimo periodo è stato protagonista di alcune vittorie davvero importanti.

Ore 21:10, livello 3 bui 100/200: 852 player left

IPO-10-day-1B-secondo-piano.jpg

Terzo livello di gioco qui al Day 2 dell'Italian Poker Open 10 e i player rimasti in gara sono per il momento 852. Abbiamo appena fatto un salto al secondo piano del casino Campione in una sala gremita dove si sta svolgendo il secondo atto, per così dire, di questo torneo. Fra i player che abbiamo visto in gara al piano di sotto Giuseppe Cristaudo, vincitore dell'IPO 8 che insieme Saman Ziarati ha usufruito della formula re entry, Marco Pistilli, Massimiliano Bellon Bellucci ed Emiliano Conti. Di sopra una foto della sala. E se volete dare un'occhiata ai player presenti al nono piano non mancate di dare un'occhiata al nostro profilo facebook.

Ore 20:20, livello 2, bui 75/100 849 iscritti all'IPO 10

IPO-10-day-1B.JPG

Sta per concludersi il secondo livello di gioco ed i player che si sono iscritti a questo Day 1B per il momento sono 849. Tanti nomi di spicco in questo torneo che grazie al milione di euro di premio garantito ha richiamato molti fra i giocatori più forti del panorama italiano. Fra questi Francesco Nguyen, Marco Bognanni, Andrea Benelli, Maurizio Musso, Gabriele Lepore, Giorgia Tabet, Giannino Salvatore, Ferdinando Lo Cascio e anche Filippo Candio che vediamo seduto ai tavoli del casino. Questo almeno è quello che succede qui davanti ai nostri perché come potete immaginare è molto difficile che un numero così elevato di giocatori possa entrare in una sala soltanto. E infatti a breve andremo a dare un'occhiata anche al secondo piano del casino, dove anche lì prosegue l'Italian Poker Open 10.

Ore 19:30, livello 1, bui 50/100: 800 iscritti

Aria di record qui al casino di Campione con 800 iscritti a questo Day 1B dell'IPO 10 Special Edition. E infatti i giocatori che fino ad ora hanno pagato il buy in del torneo sono in tutto 800 e sommati a quelli del giorno prima diventano più di 1500. E allora prima di darvi i consueti aggiornamenti in tempo reale sul torneo che ha già battuto il record della precedente edizione ecco il video di presentazione del Day 1B.

Torna alla pagina principale dell'IPO 10 Special Edition

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Trascrizione del video: intervista a Ferdinando lo Cascio

Buonasera a tutti gli amici di Poker.it, siamo sempre all’IPO Campione 10 al day 1B con Ferdinando Lo Cascio, che è uno dei primi giocatori sponsorizzati Titanbet. Allora senti, quando tu hai cominciato a giocare a poker online, ti saresti mai aspettato un traguardo del genere?

“Aspettato magari no, però era uno degli obiettivi che magari si pone soprattutto un reg mtt, perché comunque è la variante che ti da maggiore visibilità rispetto alle altre. Quindi è uno degli obiettivi diciamo che ti poni anche per poter giocare più tornei live, poter girare un po’ più il mondo è quello di trovare uno sponsor che crede in te, che ti dia fiducia e tutto”

Quando hai cominciato a capire che questa effettivamente poteva essere, se non altro un opzione plausibile diciamo?

“Mah sinceramente sono parecchi mesi che abbiamo dei rapporti con Titan nel senso che, c’è stato una specie di quasi corteggiamento, ovvero sono salito già, venuto qui all’IPO 2 o 3 volte, ci siamo conosciuti, io ho conosciuto l’azienda che è serissima, delle persone fantastiche, i manager hanno conosciuto me e dopo avermi conosciuto hanno fatto questa follia, hanno deciso di sponsorizzarmi e sono contento di ciò”

Visto che adesso sei appena sponsorizzato, quali sono i prossimi, a questo punto i prossimi eventi live che farai?

“Sinceramente ancora non abbiamo programmato nulla, ora siamo qui, siamo all’IPO 10, già vincere questo torneo sarebbe il sogno”

Giustamente andiamo per gradi.

“Il primo torneo che giochi patchato Titan, sponsorizzato Titan, vincerlo potrebbe essere una grande soddisfazione. Poi vedremo, ci metteremo d’accordo nei prossimi giorni e decideremo”

Comunque tappa questa estate alle World Series Of Poker?

“Allora, è tappa fissa fondamentalmente però ci stiamo pensando su perché avevo pensato di fare due mesi, adesso non sono più convinto di partire 50 giorni perché comunque sia da un punto di vista economico che da un punto di vista fisico è molto stressante. L’alimentazione anche americana non è molto, diciamo non si addice gran che a quella italiana”

C’è anche un discorso di ritmi che è difficile farti un pasto caldo poi a parte quello.

“Si però mah caldo fuori, dentro hanno l’aria condizionata a palla, ci sono 2-3 gradi dentro ai casinò, una cosa veramente orrenda. Devo dire che difficilmente salterò le WSOP, però ancora dobbiamo un attimino organizzarci, non sappiamo se faremo tutto, se faremo 20 giorni, 25 giorni. Decideremo nei prossimi giorni perché comunque le WSOP partiranno il 1° giugno quindi, o partiamo il 28 maggio o se ne parla magari i primi di giugno, vedremo”

Ok, allora io ti faccio un in bocca al lupo per il futuro e ti lascio tornare all’IPO, insomma.

“Si, si”

In bocca al lupo e ci vediamo alla prossima spero.

“Grazie, ciao a tutti”.

Ciao.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Trascrizione del video: intervista a Filippo Candio

Buonasera a tutti gli amici di Poker.it, siamo al day 1 b dell’IPO campione 10 con Filippo Candio. Senti, io volevo cominciare questa intervista facendo un paragone con le World Series Of Poker.Facciamo quindi un paragone tra il Main Event delle World Series Of Poker e l’IPO Campione 10: quali sono le differenze, quali sono le similitudini tra questi due tornei.

“Beh, allora innanzi tutto c’è da dire che il Main Event delle World Series Of Poker e questo torneo hanno di sicuro un numero di iscritti elevatissimo. Chiaramente il Main Event lo triplica, però 2.500 iscritti circa, è un field molto numeroso. Sono molto simili anche sotto un profilo di gioco. Pochi giocatori in verità al Main Event delle World Series Of Poker sono rollati per quel torneo, quindi su 7.000 iscritti può esserci anche un 5.000 – 5.500 persone che sono quasi dead money, circa. C’è da dire che anche in un torneo da 550€ in Italia, su 2.500 iscritti c’è tantissima dead money, come è giusto che sia. Quindi comunque io vedo delle grosse somiglianze, uno stack grosso, un tempo relativamente lungo da giocare, e soprattutto tanti giorni da giocare che pongono l’obiettivo sempre molto lontano, mentre comunque tutti gli altri eventi delle WSOP sono estremamente diversi. Infatti sono, tutti gli eventi WSOP sono molto più paragonabili a circuiti come European Poker Tour e WPT, perché il field è ristretto, giocano soltanto quelle centinaai di persone che sono i più forti giocatori al mondo, e sono davvero difficili. Il Main Event delle World Series Of Poker la sua difficoltà la raggiunge nella fase finale, dove allora si diventa forse uno dei tornei più difficili al mondo se non il più difficile”.

Ok, senti in questo periodo in Italia i tornei a buy-in elevato obbiettivamente stanno un po’.., hanno avuto un ribasso no, secondo te al di la del successo dell’IPO che adesso ha un milione di euro garantito, insomma la di la di questo, però tanti altri tornei stanno avendo successo dal buy-in basso, secondo te quale è il motivo di questo successo?

“Beh, un tempo i numeri grossi li facevano a Sanremo durante i campionati europei cioè l’EPT Sanremo. Chiaramente bisogna ricordarsi che il rake dei tornei va a togliere dei soldi ai giocatori, dopo tanti anni comunque le case da gioco incassano dei soldi che vengono tolte ai giocatori. Ci metti un periodi di crisi economica altissima che secondo comunque me non è che sposti quanto si possa pensare. Ci metti l’entrata delle vlt nel gioco online, ci metti tutti i giochi d’azzardo che sono stati legalizzati negli ultimi anni, è normalissimo che il poker abbia avuto un ribasso. Essendo un gioco di abilità, diciamo che la gran parte dei giocatori preferiscono investire poco nel tentativo di vincere tanto un po’ a caso, il superenalotto e tutti questi giochi qua. Nel poker invece per vincere i soldi ci vuole un impegno maggiore, se prendiamo ad esempio una sessione cash game, anche il più fish dei fish, comunque nella sua giornata migliore, se monotabla all’1-2 con 200€, quanto potrà vincere mai esagerando? In buona 600€, con 200€ messe in un altro gioco anche se gioca totalmente sfavorevole, una volta nella vita può vincere anche 5.000. Quindi in verità i tornei di poker di bassa levatura vanno alla grande perché le persone si sono sfasciate con gli giochi. Questa è la verità dei fatti, perché in genere quando si è in crisi economica, salgono le tre fondamentali che sono il gioco d’azzardo, gli alcolici, il consumo di alcolici ed il consumo di droga.”

Si, effettivamente quello è il trend, poi adesso..

“Siccome il poker non è un gioco d’azzardo ma è un gioco di abilità pura, e dunque deve andare a ribasso, perché è come.. la gente.. Ti faccio un esempio, farà ridere. Se ti fai un giro nei campi di calcetto che affittano durante la settimana, hanno perso il 30-40% rispetto agli anni passati perché la gente non investe più in passatempi..”

Si, dove devi spendere dei soldi anche.

“Se andiamo a vedere però la raccolta invece vlt degli ultimi due anni impazziamo perché è sempre in salita. Questa è anche la risposta a dire che il poker è un gioco d’azzardo, no, se fosse un gioco d’azzardo ci sarebbero stati di miglioramenti nei periodi di crisi, invece..”

Invece c’è stato un ribasso. Senti a proposito, visto che il mese di marzo è stato l’emblema della crisi del poker online no, sarebbe necessaria secondo te una sinergia tra poker live e poker online. Nel senso qui i circoli hanno chiuso parliamoci chiaro, no.

“Si, molti hanno chiuso”.

Quindi, vabbeh al di la del fatto che c’è legalità, su questo stato di semi legalità no, se ci fosse una sinergia tra i tornei di poker live che c’erano un tempo nei circoli e il poker online giocato online a questo punto, secondo te potrebbe avere una spinta, una nuova spinta, soprattutto mi riferisco al poker online adesso?

“Mah io credo che il problema sia la liquidità quindi unire gioco a gioco non cambia granchè, fino a quando apriranno mercati europei e non ci sarà un rimpinguamento di liquidità dagli altri stati e un ritorno ad un mercato unico, la situazione non può che peggiorare nel tempo. Quindi comunque il mercato generale del poker a oggi con queste leggi, è destinato ancora a scendere di più, per studi economici abbastanza base”

Si.

“I soldi son gli stessi quelli che girano nelle poker room live, più o meno son gli stessi, perché comunque riguarda.. mettiamola così riguarda lo stesso target di gente, d’accordo?”

Si.

“Quindi se chiudono tutti i poker live la gente giocherà solo online, però comunque la liquidità rimane la stessa, perché generalmente comunque chi gioca a poker live spesso e volentieri gioca a poker online e sicuramente viceversa”.

Si, si molto semplice insomma. Va bene senti io ti lascio andare visto che è comunque ricominciato il Main Event, ti faccio un in bocca al lupo, puoi dare un saluto ai nostri lettori?

“Crepi il lupo, in genere sono più simpatico, scusate se.. però credo che anche un approfondimento economico sul mercato del poker possa essere simpatico”

Ma ci stava benissimo, ci stava benissimo.

“Possa essere simpatico, un saluto a tutti speriamo adesso di vincere questo torneo, ciao”

E ciao, di nuovo in bocca al lupo.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Trascrizione del video: intervista a Gabriele Lepore

Buonasera a tutti gli amici di Poker.it, siamo al Day 1B dell’Italian Poker Open 10 con Gabriele Lepore. Senti vabbeh, comunque i numeri parlano chiaro, i tornei dal buy-in basso a questo punto stanno soppiantando i tornei dal buy-in più elevato, è quel il futuro del poker live secondo te?

“Non lo so, sicuramente va molto di moda in questo periodo fare tornei con buy-in più accesibili e con field come questo enormi o magari un po’ meno, però comunque capita abbastanza spesso ormai di trovare dei field molto grandi in tornei piccoli. Credo che succeda soprattutto perché è un po’ diciamo alla portata di tutti, visto che tornei da 1.000, 2.000 o di più diventano molto molto pesanti da… “

Visto il fatto però all’estero, con tanto di crisi, la crisi sta colpendo tutta l’Europa no, però all’estero comunque i tornei dal buy-in alto stanno continuando comunque a fare successo vedi l’EPT, qual è il motivo secondo te di questo, di questo andazzo diciamo?

“Mah forse dipende pure dal blasone, nel senso che dei tornei da 1.000, 2.000 euro in Italia ce ne sono infiniti quindi, vincerne uno piuttosto che un altro non è che cambia molto. E questo fa in modo che tutti quanti perdono un po’ il blasone, mentre l’EPT è sempre l’EPT quindi uno gioca un torneo di fascia alta, sa gia che giocando quel torneo se per caso andasse bene ha pure la gloria”.

Senti se non sbaglio tu è la prima volta che sei qui all’IPO Campione, giusto?

“L’IPO è la prima volta che lo gioco si”.

Chiaramente sei stato attratto anche dal montepremi giusto?

“Solo da quello chiaramente, perché il numero degli iscritti in realtà non invoglia molto, perché ci vuole una bella dose di fortuna, però nel caso ci fosse c’è un bel montepremi, un bel primo premio”

Insomma l’investimento vale la candela diciamo?

“Sicuramente, sicuramente è uno dei tornei migliori da fare a livelli economico non c’è dubbio”

Certo senti, un commento, certo sei appena arrivato e ancora non ti sei seduto ai tavoli, un commento su questo torneo e poi ci lasciamo?

“Un commento…”

Dici facciamoci prima una giocata e poi vediamo, giustamente

“Non lo so perché non sono ancora riuscito a sedermi al tavolo, quindi.. direi immenso”

Ok, va bene allora ti facciamo un in bocca al lupo e magari speriamo di vederci dopo se mai.

“Si, crepi il lupo e speriamo che domani non faccio il day 1 C”

Ok ed alla prossima grazie.

“Grazie”

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Trascrizione del video: presentazione del day 1B

Signore e signori buonasera, benvenuti al Casinò di Campione d’Italia, siamo lieti di darvi il benvenuto per questa seconda giornata dell’Italian Poker Open.

Beh, innanzitutto è un piacere avervi qua in numero assolutamente entusiasmante, so che questa sera noi stabiliamo un nuovo record, ve lo devo dire con grande sincerità, anche se la portata di questo evento fa passare un record italiano di presenze in secondo piano, perché ovviamente, voi sapete che grazie a Titanbet.it è stato garantito un montepremi di un milione di euro, e prego quindi di fare un grande applauso al country manager Raphael Naccache di Titanebet.

Ha creduto in questo progetto, e se siamo qua con questo sogno assolutamente entusiasmante, devo dire che è merito suo oltre che ovviamente, e non si può mai dimenticare un solo secondo, al fantastico staff di Andreabet che ha creato questo grandissimo evento, che l’ha fatto nascere, e in capo a due anni o poco più, l’ha portato ad essere l’evento si può dire top in Italia nel rapporto buy-in possibilità di vincita.

Un milione di euro garantito, 550€ di buy-in, si parla di fare 2.000 giocatori. Beh, come sapete domani c’è un’altra giornata, però numeri alla mano io credo che possiate farvi un altro applauso perché i 1.103 giocatori della nona edizione dell’IPO sono stati superati, rappresentavano il record italiano, siamo oltre i 1.103, quindi voi presenti oggi entrate nella storia del poker perché fate parte del torneo con più giocatori iscritti nella storia. Quindi, un altro grande applauso, perché siete nella storia e lo sarete ancora di più certamente da domani.

Ma adesso ovviamente entriamo nel vivo perché siete in fermento per giocare, l’emozione è tanta, e credo che ne valga davvero la pena. La meravigliosa madrina al mio fianco, la splendida Carolina Surpi, che ovviamente vi ha accolto alla reception per quanto concerne l’iscrizione, e ovviamente ci ammalierà con il suo fascino, il suo sorriso, la sua presenza e la sua cortesia.

Ma entriamo nell’aspetto tecnico, abbiamo un poker di elementi alla mia sinistra, abbiamo presentato il country manager Titanebt.it e ne approfitto per ricordarvi che tutti i giocatori che hanno avuto l’opportunità di legarsi a questa kermesse, grazie a Titanebt.it, o che comunque volessero sapere di più sulla realtà di Titanebt.it innegabilmente vincente, possono recarsi nell’angolo che vedete, infatti non a caso Titanbet. E poi abbiamo un gruppo prestigioso di Direttori, qui abbiamo Stefanini, Christian Scalzi, Raffaele Maria de Nicola, al secondo piano abbiamo c’è Rudy Zirio perché ricordo che siamo divisi su due piani visto che fisiologicamente un torneo di questa importanza prevede una durata corposa, ma anche una disposizione su due piani nonostante questa sala sia immensa, è veramente la migliore d’Italia per il poker.

Il nostro Fabiano andrà a presentarvi tutte le sfumature tecniche che dovrete conoscere per affrontare al meglio questa decima edizione dell’Italian Poker Open, Christian Scalzi avrà l’onore e il piacere di dare lo shuffle up and deal di questa magica giornata, a me non rimane altro che passare la palla a Fabiano, e farvi il mio più sincero in bocca al lupo per una strepitosa decima edizione dell’Italian Poker Open, buon divertimento.

Signore e signori buonasera, è con grande piacere e grande onore che vi do il benvenuto a questa decima edizione dell’Italian Poker Open. Due regole veloci e due aspetti importanti, avete davanti a voi dei fogli che sono da compilare in tutte le loro parti obbligatorie nome, cognome, numero di telefono e indirizzo email. Questo ci serve per contattarvi in caso in cui avessimo bisogno di contattarvi e ci serve per le riprese audio, video e foto, che altrimenti non possono essere effettuate. Quindi è obbligatori compilare il format che trovate davanti e firmarlo.
Vi ricordiamo che come di solito e come di consueto l’utilizzo dei telefono cellulari al tavolo è assolutamente vietato se non per ascolto di musica e diciamo intrattenimento, facciamo in modo che non arrechi disturbo agli altri giocatori del tavolo per cortesia. I sistemi di messaggistica di qualunque tipo, internet, Facebook, sms, email, non possono essere utilizzati durante la mano.
Se volte ricevere una telefonata intanto abbassate cortesemente la suoneria per non arrecare disturbo, ma vi chiediamo cortesemente di alzarvi per rispondere al telefono qualora ne aveste la necessità.
Credo che fondamentalmente sia tutto, vi auguro un buon gioco, io e tutto lo staff oltre a darvi il benvenuto vi vogliamo come dire informare, che siamo qui come sempre per farvi divertire e cercare di mettere la nostra professionalità al vostro servizio, cerchiamo di mantenere un gioco corretto, cerchiamo di rendere chiare le proprie intenzioni e di non creare problemi al tavolo. Vi ringrazio molto, vi auguro buon gioco e passo la parola al collega Christian Scalzi.

Ho l’onore di dare lo start a questa decima edizione dell’Italian Poker Open, il bottone quindi al posto 7, botton position number 7, piccolo buio 50 grande buio 100, dealer hear, shuffle up and deal. 550 buy-in.