Dario Alioto – biografia

Dario Alioto in azione alle WSOP 2012

Terzo italiano ad aver ottenuto un braccialetto nel corso delle WSOPE di Londra nel 2007, Dario Alioto è sicuramente uno dei player italiani più vincenti nel mondo del poker sportivo. I suoi successi arrivano soprattutto dall’Omaha, disciplina in cui è uno dei giocatori più forti che ci siano.

Chi conosceva Dario Alioto quando era ancora un adolescente avrebbe pensato, visti i risultati, che avrebbe fatto una grande carriera nella lotta libera oppure nel judo. Nessuno avrebbe mai detto che sarebbe diventato uno dei giocatori di poker italiani più forti al mondo, diventando uno specialista della disciplina Omaha. Sportivi, però, si nasce e non è casuale che di lì a poco il giovane palermitano, classe 1984, sarebbe diventato anche un torneista di grande livello.

I primi approcci al mondo del poker

Come è successo a molti mostri sacri del poker, Dario Alioto comincia a giocare a poker quasi per gioco nel 2005, quando si trovava a Budapest in Erasmus. Tuttavia, dopo un periodo passato nel poker online, il giovane palermitano, che in quel periodo studiava farmacia, scopre di avere talento e comincia a giocare molto più seriamente, fino al punto che lascerà la facoltà di farmacia per dedicarsi interamente alle varianti del poker.

Il 2005 e il 2006: final table all’EPT Barcellona

Ed è così che soltanto pochi mesi dopo il giovanissimo Dario Alioto si presenta all’EPT di Barcellona dove partecipa al Main Event, riuscendo ad ottenere la settima posizione. Un bel traguardo che gli consente un bel premio di 52.000 euro, che lo rende noto al grande pubblico e che lo inserisce a pieno titolo nel grande circuito del poker internazionale. Il 2006, infatti, anno in cui Alioto gioca diversi tornei minori, ottenendo comunque ottimi piazzamenti, è soltanto un preludio a quello che sarà il futuro prossimo.

2007: l’anno della consacrazione

Il 2007, infatti, sarà per Dario Alioto l’anno della consacrazione sotto tanti punti di vista. E durante il periodo estivo il palermitano partecipa alle World Series of Poker dove ottiene due ottimi piazzamenti giocando a poker nella versione Omaha, la disciplina a lui più congeniale. Il primo ITM importante è al torneo PL Omaha, dove termina 35esimo, e il secondo è un final table al torneo $1500 Pot Limit Omaha Hi/Lo Split or Better che terminerà in sesta posizione.

2007: Il braccialetto alle WSOPE Londra

Ma le belle sorprese non finiscono qui e il 2007 si rivela ancora una grande annata per Dario Alioto che diventa il terzo italiano di sempre ad aver vinto un braccialetto. Nel settembre di quest’anno partecipa, infatti, al £5000 Pot Limit Omaha delle WSOPE di Londra riuscendo ad avere la meglio su tutti i partecipanti ed ottenendo la prestigiosa prima moneta di £ 234.390 ($ 472.000). Un vero e proprio successo se si considera che giocava a poker solo da due anni.

2008: i risultati alle WSOP

Anche il 2008, pur non essendo costellato da una vittoria in un evento delle World Series of Poker, è un anno decisamente positivo per Dario Alioto che ottiene anche la sponsorizzazione di Full Tilt Poker e tanti altri ottimi risultati. Fra questi spiccano ben 4 ITM alle WSOP 2008, fra i quali c’è un final table nell’Event 34 $1500 Pot Limit Omaha with Rebuy, dove ottiene la quarta posizione e soprattutto un bel premio pari a 180.000 dollari.

2009 – 2010: specialità Poker Omaha!

Anche il 2009 è un anno ricco di soddisfazioni per Dario Alioto che centra nuovamente due final table nel $2500 Mixed Event e nel $1500 Pot Limit Omaha. Ma i successi non si fermano qui, perché il palermitano diventa campione europeo partecipando al torneo Pot Limit Omaha Hi/Low dell’EPT Londra 2009, risultato che ottiene anche l’anno successivo e che lo porterà al riconoscimento come miglior giocatore della disciplina Omaha del 2011.

2012 – le World Series of Poker

Sebbene l’ultima annata non sia stata certamente la più fortunata per Dario Alioto, anche nel 2012 riesce ad ottenere dei buoni risultati alle World Series of Poker. Qualche giorno dopo la vittoria di Rocco Palumbo, sesto italiano ad aver vinto un braccialetto, il player siciliano ottiene un altro ottimo piazzamento alle WSOP 2012 ottenendo tre ITM tra cui spicca il 17esimo posto all’Event 47 Pot Limit Omaha Hi/Lo.

2013: capitano del team Sisal

Un altro riconoscimento arriva con un’ulteriore sponsorizzazione nel 2009. Dario Alioto, infatti, diviene il capitano del team pro di Sisal Poker e gioca regolarmente ai tavoli cash con il nick “DarioAlioto”, con cui è possibile sfidarlo. A questo aggiungiamo che tra il 2007 e il 2009 Alioto è stato nominato miglior giocatore alle World Series of Poker nella disciplina Omaha, è il terzo classificato nella All Time WSOP Omaha Money List ed è il player italiano con il maggior numero di final table alle WSOP: 6 in tutto!