Depositi con Postepay

PostePay

Quando si decide di iniziare a giocare a poker online in una determinata poker room, oltre alle offerte di benvenuto, ai vari bonus ed a tutte le occasioni che si possono avere scegliendo quell’operatore, spesso i nuovi futuri giocatori controllano i metodi di pagamento ammessi, e prediligono le poker room che consentono anche di depositare con Postepay.

Perché si usa tanto?

Questo avviene perché, anche se ormai quasi tutte le poker room online hanno ottimi metodi di sicurezza contro frodi e problematiche similari, la maggioranza delle persone che vuole giocare nel mondo virtuale, non si sente affatto sicura nell’inserire in un sito i numeri relativi alla propria carta di credito (che potrebbero così essere trafugati da qualche malintenzionato). Esiste tuttavia l’opportunità di fare un bonifico bancario per effettuare un deposito sul proprio conto di gioco, ma l’operazione può richiedere tempo (per i vari giorni necessari affinchè il bonifico arrivi effettivamente sul proprio conto) ed impegno (non tutti effettuano operazioni bancarie online, molti si devono recare presso la sede della propria banca).

Postepay: cos’ è e come funziona?

A far fronte a queste problematiche, ecco che è arrivata una soluzione pratica, semplice e veloce, la ormai diffusissima carta ricaricabile Postepay che, come dice il nome stesso, è un prodotto delle Poste Italiane. La Postepay è una carta di pagamento, è “prepagata” e senza canone annuo, e può essere acquistata presso tutti gli Uffici Postali, anche da chi non ha un conto corrente bancario o postale (basta presentarsi muniti di codice fiscale e documento di identità) al costo di 5 euro. La cosa che più è risultata utile ai tanti appassionati di poker online che hanno scelto Postepay, è proprio il fatto che sia una carta prepagata.

Questo vuol dire che, una volta caricati i fondi sulla carta, questa può essere subito utilizzata (non servono giorni, come la “valuta” bancaria) per tutti gli acquisti e prelievi su circuito Postamat, Visa Electron o MasterCard, sia in Italia che all’estero, ma solo per l’importo versato su di essa. Se qualcuno dunque, dovesse impadronirsi dei dati della vostra Postepay, non potrebbe rubare più di quanto voi ci avrete depositato (cosa che invece cambia per le normali carte di credito, che permettono comunque di pagare e prelevare ingenti cifre).

Per ricaricare una carta Postepay che ha esaurito il suo credito, basta semplicemente recarsi presso gli sportelli degli uffici postali, oppure effettuare la ricarica da ATM Postamat, o presso le ricevitorie Sisal, oppure ancora dal sito di Poste Italiane, o da SIM PosteMobile abilitata.

Il poker online e Postepay, accoppiata vincente

Visti i grandi vantaggi che i giocatori di poker online hanno trovato nella carta Postepay (ideale sia per i depositi che per i prelievi), pian piano molte poker room come PokerStars.it, Bwin Poker e tante altre, hanno iniziato ad introdurla come metodo di pagamento aggiuntivo a quelli “tradizionali”.

Altre poker room come Partypoker ad esempio, accettano sì l’utilizzo di Postepay, ma solo attraverso Moneybookers, una compagnia di trasferimento di denaro simile alla più nota “PayPal”, che permette agli utenti di mandare e ricevere soldi via e-mail. In ogni caso, la carta ricaricabile Postepay è “entrata” in quasi tutte le poker room, dalle più note e frequentate come Pokerstars.it (che non ha impiegato molto ad introdurre il suo utilizzo) a quelle meno note, ma che comunque hanno capito la grande importanza di offrire questo metodo di deposito e prelievo, che il popolo dei giocatori di poker online tanto apprezza, per la sicurezza che offre.