Cash game principianti: giocatori tight

Affrontare i giocatori tight al poker cash: strategia e consigli

poker cash game affrontare i giocatori tightVi è una particolare categoria di giocatori nel Texas Hold’em Cash Game contro la quale è opportuno prestare molta attenzione: sto parlando dei giocatori estremamente tight, quei giocatori definibili anche come molto difensivi e prudenti.

In un Sit and Go di Texas Hold’em questo tipo di player finisce per essere mangiato dai blinds la maggior parte delle volte, aspettando monster hands che non arriveranno mai.
Nel cash game invece, dal momento che i blinds non salgono mai di livello, questi giocatori diventano più difficili da gestire in quanto li troveremo coinvolti in piatti solo quando in possesso di mani estremamente forti.

La migliore strategia per affrontare un giocatore di questo tipo è quella di provare a rubargli il piatto sia pre flop che sul flop, dal momento che difficilmente resteranno nella mano senza aver legato qualcosa di buono al flop.

Riconoscere un giocatore tight

Quando però un giocatore tight rimane nel piatto senza dare segni di cedimento alle nostre puntate, un campanello di allarme deve suonare dentro di noi: in casi come questi la loro mano è migliore della nostra ed è meglio mollare la presa.

Quando riconosciamo un giocatore tight al tavolo è dunque consigliabile vincere quanti più piccoli piatti possibile, puntando anche con nulla in mano al flop, e lasciare immediatamente la presa quando le dimensioni del piatto crescono.

Ci sono tanti bravi e aggressivi giocatori di Texas Hold’em che compiono l’errore di scontrarsi contro questi players, cercando di costringeli a foldare con puntate forti, consapevoli del fatto che in tutte le precedenti mani contro di loro il trucco era loro riuscito. Mettiamoci nei panni di un giocatore tight di cash game, che si siede al tavolo pazientemente aspettando una monster hand per poter giocare: tali players sono pronti a foldare 1, 100 o 1000 volte, indipendentemente da chi si trovano di fronte.

Combattere la pazienza dei giocatori tight

I giocatori tight non si lasciano coinvolgere in “ego wars”, non hanno problemi ad essere bluffati o a vedere i propri blinds rubati. Semplicemente sono lì seduti, aspettando le nuts per poter giocare contro l’avversario iper aggressivo di turno, che continuerà a puntare e puntare, rendendosi conto troppo tardi che la sua scala vale ben poco contro il full del giocatore tight, il quale di lì a poco si ritroverà con uno stack raddoppiato.

I giocatori tight di Texas Hold’em sono delle vere e proprie massaie del poker, per citare una citazione da “The Rounders”, pazienti e in attesa del pollo di turno: non sono difficili da battere, sempre che si riesca a riconoscerli a tempo.