The rounders, texas hold’em in un film

06/07/11
Scritto da lorenzo6tr il 06 July 2011 - 14:41

La stragrande maggioranza dei giocatori di Texas Hold’em si è avvicinata a questo gioco per merito di The Rounders, il capolavoro con protagonisti Matt Damon ed Edward Norton, sicuramente il più bel film mai fatto sul Poker. A differenza di quasi tutti gli altri film sul poker, The Rounders è molto veritiero e riproduce situazioni e momenti in cui ogni giocatore di Texas Hold’em si è trovato nella sua carriera.

Per questo il consiglio che voglio dare è quello di riguardare periodicamente questo film, dal momento che è possibile rinfrescare alcuni concetti in maniera divertente e non pesante, al contrario di quanto può invece accadere quando si ha a che fare con i libri di Poker. Prendete per esempio la scena iniziale, dove Mike perde tutto il proprio Bankorll giocando contro il terribile Teddy KGB, interpretato da un magistrale John Malkovich: l’insegnamento è lampante, ovvero mai sedersi ad un tavolo con tutto il proprio bankroll di fronte.

La vita di un rounder

Se escludiamo la scena della partita dei giudici, nella quale Mike indovina poco realisticamente le carte in mano ai giocatori, ogni mano di Texas Hold’em giocata è in grado di dare consigli così come la voce in sottofondo di Mike, il quale dispensa massime dei vari giocatori di Texas Hold’em.

La scena finale è quella da cui è possibile attingere più informazioni, in particolare quando Mike gioca l’ultima mano di Texas Hold’em contro Teddy, facendo slowplay con la scala nuts al flop: tipicamente non è mai consigliabile effettuare slowplay al Texas Hold’em, ma in quell’occasione Mike fa la giocata corretta vista sia l’incredibile aggressività di Teddy, sia la sua tendenza a fare slowplay di Monster Hands preflop, tendenza che Mike ben si ricorda dopo quanto accaduto durante la mano iniziale del film.

I famosi biscotti

Famigerata è anche la scena dei biscotti in cui Teddy KGB perde la calma lanciando il suo porta biscotti contro il muro dopo essere stato innervosito da Mike. Quest’ultimo infatti prende un tell da Teddy, ovvero la sua tendenza a mangiare biscotti quando in possesso di una mano molto forte, e non solo lo usa a suo vantaggio giocando, ma anzi rivela le carte appena foldate, in una mano in cui era logico che avesse perso una discreta quantità di chips. Anche in questo frangente il film ci ricorda come, durante una partita di Texas Hold’em, è necessario mantenere la soglia di attenzione estremamente alta, al fine di carpire il maggior numero di informazioni possibile.

Commenta la notizia

Effettua la registrazione per poter commentare le nostre news ed i nostri articoli