Partite casalinghe di Texas Hold’em, a cosa fare attenzione

14/02/12
Scritto da lorenzo6tr il 14 Febbraio 2012 - 13:25

Normalmente non amo le partite di Texas Hold’em casalinghe: troppo lente e con giocatori inesperti e propensi solo al divertimento. Inoltre, le normali partite di questo tipo hanno stakes troppo bassi perchè valga la pena parteciparvici. Ma anche quando quando una partita di Texas Hold’em casalinga presenta stakes notevoli è meglio starne alla larga: spesso di tratta di partite combinate.

Chiaramente il Texas Hold’em, al contrario del nostro poker “all’italiana”, meno si presta a coesione ed accordi tra players. Ma vi è comunque la possibilità di danneggiare uno o più giocatori presenti attraverso comportamenti e accordi non propriamente ortodossi. Quando ci si accorge di uno o più di questi comportamenti è meglio alzare i tacchi il prima possibile e non solo evitare di sedersi al tavolo con certa gente, ma addirituttra “segnalare” gli impostori alla comunità di Texas Hold’em della vostra città.

Come scoprire eventuali accordi

Diciamo inanzitutto che scoprire un tentativo di “collusion” nei nostri confronti non è impresa semplice. In primo luogo il consiglio che vi do è quello di avere quante più informazioni possibili sui giocatori presenti al tavolo: chi sono? Li conoscete da diverso tempo oppure no? Chi di loro vi ha portato dentro? Essere a conoscenza di questo tipo di informazioni sui giocatori di Texas Hold’em che stiamo affrontando ci aiuta a capire se stiamo correndo un rischio o invece possiamo stare più tranquilli.

In secondo luogo è importante sapere se si tratta di una partita abituale oppure no e a quanto ammonta normalmente la posta in gioco. Reperire queste informazioni non è difficile e basta utilizzare un po di psicologia: se chiedessimo tutto prima di sederci al tavolo i players ci reciteranno il loro copione, consapevoli che la domanda sarebbe prima o poi arrivata. Al contrario, domande rivolte in momento di bassa tensione, magari tra una mano e l’altra sono più efficaci e sarà molto difficile per loro controllare le proprie risposte.

I pattern di Texas Hold’em

Un ulteriore metodo è scoprire i pattern di puntata durante le mani di gioco. Se osservate al tavolo un eccessiva passività – aggressività di alcuni players deve suonare un campanello di allarme. Mi riferisco a giocate come check raise o addirittura call raise (quando vi sono 3 giocatori presenti): questo tipo di giocate nel Texas Hold’em serve solo per prendervi nel mezzo, e portare a casa le vostre extra bet. Ricordate infatti che alla fine loro divideranno tutto, inclusi i vostri soldi.

Commenta la notizia

Effettua la registrazione per poter commentare le nostre news ed i nostri articoli