I Casinò di Las Vegas: il Bellagio

29/12/10
Scritto da lorenzo6tr il 29 Dicembre 2010 - 14:27

Senza la minima ombra di dubbio oggi il casinò più famoso di Las Vegas è il Bellagio: è infatti qui dove vengono ambientati i film sul mondo delle scommesse e non solo, dove alloggia il jet set mondiale, dove i big gamblers, spesso orientali, amano sperperare i propri quattrini e dove i migliori giocatori di Texas Hold’em del mondo vengono a reclamare la propria parte del “bottino”.

Pensate che il Bellagio sorge sulle ceneri del vecchio Dunes, uno dei casinò entrati nella leggendari questa città e che ha contribuito a creare il mito di Las Vegas. Per chi non lo sapesse il Bellagio prende il proprio nome in prestito da Bellagio, piccolo paese sul lago di Como che il casinò ama ricordare con un lago artificiale, teatro di uno spettacolo di giochi d’acqua che prende luogo ogni mezzora e che ogni anno attrae milioni di turisti.

Steve Wynn, il fondatore del Bellagio

Steve Wynn è una leggenda vivente a Las Vegas: pensate che infatti è proprio lui ad avere reso immortale il Bellagio, costruendolo ex novo dal 1993 al 1998, anno della sua inaugurazione. Ed è lo stesso Steve Wynn che, con un casinò a cui a dato il proprio nome, ora contende al Bellagio lo scettro di casinò più lussuoso in città.

Ogni giocatore di Texas Hold’em durante una visita a Las Vegas non può non rendere omaggio a questa meraviglia, in grado di lasciare a bocca aperta chiunque abbia la fortuna di metterci piede. Da ricordare il buffet principale del Bellagio, da anni valutato il miglior buffet del mondo, nel quale è disponibile ogni sorta di prelibatezza e per il quale gli ospiti del resort sono disposti ad attese che durano anche ore. È inoltre di scena proprio al Bellagio lo spettacolo che ha ridefinito le regole dello show business degli ultimi anni, ovvero the Cirque du Soleil di quel Guy Laliberte arrivato a perdere circa 10 milioni di dollari sui tavoli di Texas Hold’em.

Una poker room leggendaria

Non solo lo è il casinò ma anche la Poker Room del Bellagio è leggendaria: stiamo parlando infatti della mitica Bobby’s Room, ovvero la sezione high stakes della Poker Room, dedicata primo al direttore del casinò Bobby Baldwin, campione del main event WSOP del 1978 e passato all’inizio degli anni 90 da un tavolo di Texas Hold’em ad una scrivania, amministrando nel corso degli anni quasi tutte le proprietà di Steve Wynn. Baldwin è oggi uno dei più importanti uomini di affari di Las Vegas e rimane amico fraterno di tutti i giocatori di texas Hold’em high stakes che è facile incontrare all’interno della Bobby’s Room: Doyle Brunson e Berry Greenstein fra i tanti.

Commenta la notizia

Effettua la registrazione per poter commentare le nostre news ed i nostri articoli