Tom Dwan va in rosso a Macao

27/09/13
Scritto da Carlo Cammarella il 27 Settembre 2013 - 17:45

Da molti è considerato come uno dei migliori giocatori High Stakes del pianeta. E difatti il nostro Tom Dwan di vincite da capogiro (nel mondo del poker cash game live ed online) ne ha messe a segno parecchie. Anche se chi conosce questo gioco sa bene che prima o poi le scoppole arrivano un po’ per tutti. E’ successo al povero Gus Hansen, che su Full Tilt Poker è andato davvero rotto, è successo a Phil Ivey, a Viktor Blom e ora è successo anche al buon Durrrr.

Durrrr va rotto ai tavoli di Macao

Certo, non sarebbe sicuramente la prima volta in cui Tom Dwan perde una bella somma al poker cash game, ma questa volta forse ha superato davvero il limite. Succede tutto in quel di Macao in una sessione di poker cash game, dove lo statunitense dichiara di aver perso la somma più grande della sua vita. Non che abbia specificato quanto abbia lasciato sui tavoli verdi dello Star World, ma a quanto pare parliamo di una bella cifra davvero, ben più alta rispetto a quella che possono permettersi i comuni mortali.

Paul Phua: il vero finanziatore di Tom Dwan?

A dirla tutta, però, non sarebbe neanche la prima volta in cui Tom Dwan esce da un casino di Macao con il conto prosciugato. E sappiamo bene che a finanziare la sua permanenza nell’oasi per eccellenza del gioco d’azzardo cinese è il malese Phua Wei Seng, che tutti conoscono come Paul Phua (a detta di molti è il burattinaio del Big Game di Macao). Sta di fatto che una volta persa la sua somma (probabilmente parliamo di qualche milioncino di dollari) Durrrr si è ritirato per qualche giorno a Taiwan per defaticare un po’.

In vacanza dopo una bad run: ma per quanto?

Insomma, nessuno è immune a una bad run, neanche un giocatore come Tom Dwan che pur avendo il sangue di un alligatore qualche brutto colpo lo ha messo a segno nella sua onorata carriera. Per il resto aspettiamo di vedere che lo statunitense si rimetta in sesto, anche se siamo sicuri che non passerà poi tanto tempo lontano dai tavoli verdi. Del resto un Durrrr lontano da un casino è ben paragonabile ad una pizza margherita senza mozzarella, una cosa che non può esistere sulla faccia della terra.

Commenta la notizia

Effettua la registrazione per poter commentare le nostre news ed i nostri articoli