Fabio de Francesco un italiano alle WSOP 2014

31/05/14
Scritto da Carlo Cammarella il 31 Maggio 2014 - 12:36

Nel mondo del poker capita molto spesso a noi addetti ai lavori di parlare dei cosiddetti outsider che, nonostante siano poco avvezzi a questa disciplina, riescono con un bel po’ di fortuna a mettere a segno un buon risultato, oppure una vittoria. E in un certo senso è la prima cosa che abbiamo pensato guardando i risultati dell’Event #7 Seven Card Razz WSOP 2014 che ha visto piazzarsi in prima posizione Fabio de Francesco, giocatore italiano di cui non avevamo mai sentito parlare e che, tuttavia, ha alle spalle un discreto curriculum.

Il curriculum pokeristico di Fabio de Francesco

E infatti, per quanto ai più possa sembrare un nome sconosciuto e soprattutto di poco conto Fabio de Francesco ha un curriculum degno di un vero e proprio poker pro. Certo, non sappiamo quali siano i suoi risultati reali nel poker cash game e in altre discipline, ma sul suo profilo nei social network c’è scritto che è un professionista e soprattutto nella pagina che The Hendon Mob gli ha dedicato i piazzamenti in the money portati a casa sono 33 per un totale di 95.916 dollari vinti in carriera. Risultati forse non eclatanti ma senza ombra di dubbio dignitosi per un poker pro.

Risultati nei tornei a buy in basso

La via intrapresa da Fabio di Francesco, che al momento per noi rappresenta la vera rivelazione di queste WSOP 2014, sembra molto simile a quella di Flaminio Malaguti. Il player italiano, infatti, predilige i tornei a buy in basso, anche se nel luglio del 2012 è riuscito a mettere a segno una bandierina all’IPT Sanremo arrivando 25esimo e portandosi a casa 3900 euro di premio. Per il resto parliamo di costi d’iscrizione tra i 150 e i 500 dollari e di un buon numero di bandierine in una carriera che fino ad ora abbiamo conosciuto davvero poco.

Risultati alle WSOP 2014

La storia di Fabio de Francesco, però, fino ad ora resta un mistero. Sappiamo che è residente a Los Angeles e che vive lì con la sua famiglia e che si presenterà al Day 2 di queste WSOP 2014 davanti a giocatori del calibro di Phil Hellmuth. E non importa se da tutti verrà ricordato come un outsider, perché nel poker come in tutte le altre discipline sportive quello che conta di più sono i risultati. E per il momento de Francesco, almeno per noi, la sua vittoria l’ha già ottenuta.

Commenta la notizia

Effettua la registrazione per poter commentare le nostre news ed i nostri articoli