WSOP 2013 World Rankings: l’Italia è ottava

WSOP 2013 World Rankings l’Italia è ottava

E’ da poco cominciato il Main Event WSOP 2013 e l’Italia nella speciale classifica WSOP 2013 World Rankings al momento è ottava. Importantissimo il quarto posto di Antonio Buonanno che ha fatto salire gli italiani di diverse posizioni. E ora che è cominciato il Main Event brillano le stelle di Sergio Castellucio e Gianluca Rullo.

Come vi abbiamo accennato qualche tempo fa quella degli italiani alle WSOP 2013 è stata, fino ad ora, una spedizione piuttosto strana. Lo diciamo soprattutto perché, nonostante l’elevato numero di piazzamenti in the money, fino ad ora 88, non c’è stato nessun player che abbia centrato un piazzamento degno di nota sotto il profilo della vincita. Almeno fino a pochi giorni fa, quando abbiamo assistito all’ottima prova di Antonio Buonanno che in queste World Series of Poker è riuscito a lasciare il segno piazzandosi quarto all’Event #57 No Limit Hold’em a buy in 5.000 dollari.

Italia ottava alle World Series of Poker

Ma prima descrivervi questo traguardo vediamo di fare un po’ di mente locale con quello che sta succedendo alle World Series of Poker. Infatti grazie al quarto posto di Antonio Buonanno e soprattutto alla sua vincita pari a 213.147 dollari l’Italia ha fatto finalmente un bel passo in avanti nella speciale classifica dei premi WSOP 2013 World Rankings. E proprio ora che è appena cominciato il Main Event, che l’anno scorso ha visto il trionfo di Greg Merson, l’Italia è ottava con 988.360 dollari vinti e con le 88 bandierine di cui vi parlavamo sopra.

La classifica momentanea del 2013

Prima di lei ci sono delle nazioni che tradizionalmente hanno sempre sfornato dei grandi campioni. In testa, ovviamente, gli Stati Uniti d’America con 39 braccialetti vinti, seguiti dal Canada che di vittorie ne ha messe a segno 10. Medaglia di bronzo all’Inghilterra che fino ad ora, grazie ai tre braccialetti vinti, è appaiata al terzo posto del WSOP 2013 World Rankings. Dalla quarta posizione in poi seguono la Germania, la Russia, la Francia e l’Austria che pur avendo messo a segno soltanto 41 piazzamenti in the money, diversamente dall’Italia, è riuscita a vincere un braccialetto.

Un paragone con l’anno scorso

Certo, se facciamo un paragone rispetto all’anno scorso, a livello di ITM la situazione è più o meno la stessa, visto che nel 2012 le bandierine sono state 90 in tutto. Quello che cambia, però, almeno fino a questo momento, è che alla fine dell’edizione precedente il denaro vinto dagli azzurri è stato di 1.613.423 dollari per una nona posizione di tutto rispetto. E anche se adesso sembrerebbe che siamo un po’ indietro rispetto alle vincite ottenute nell’anno passato, c’è ancora un Main Event dove gli azzurri possono certamente dire la loro.

La prestazione di Antonio Buonanno

E’ pur vero che l’altr’anno abbiamo potuto raccontarvi la vittoria di Rocco Palumbo all’Event #44 WSOP 2012, mentre in questo 2013 fino ad ora non è successo qualcosa del genere. Anche se il quarto posto di Antonio Buonanno è sicuramente un buon risultato, visto che l’azzurro cominciava il final table addirittura in ottava posizione. Lo sfortunato player, infatti, dopo essere andato all in preflop con A Q cadeva sotto i colpi di Matt Perrins, che alla resa dei conti mostrava A K. Ed è stato proprio lo statunitense a vincere il torneo ed il suo secondo braccialetto.

WSOP 2013: Italiani al Main Event

La vera sorpresa, però, è tutta nel Main Event dove gli italiani passati al Day 2 sono davvero tanti. Fra le prestazioni da segnalare, dunque, sicuramente quella di Sergio Castelluccio, che ha terminato il Day 1A in quarta posizione con all’attivo 175.825 chips. Insieme a lui passano altri 13 italiani con Carlo Savinelli in ventesima posizione. Nel Day 1B, invece, ottima anche la prova di Gianluca Rullo che a fine giornata imbusta ben 167.800 fiches.

Passano il turno anche Max Pescatori e Ferdinando Lo Cascio, Luca Moschitta, Cristiano Guerra, Dario Alioto, Andrea Carini che si vanno ad unire a Luca Pagano, Walter Treccarichi, Alessio Isaia, Andrea Dato, Riccardo Lacchinelli, Andrea Vezzani, Antonino Venneri, e Gabriele Lepore. Insomma, i grandi nomi del poker italiano sono ora a Las Vegas e noi chiaramente speriamo che lascino il segno!