WSOP 2010: l'allievo che supera il maestro

WSOP 2010: una vittoria col fiato sospeso

Durante queste World Series of Poker 2010 stiamo assistendo ad un interessante fenomeno, ovvero che quando un giocatore “amatoriale” si trova a dover fronteggiare un temuto ed esperto professionista di Texas Hold’em di Las Vegas o dintorni, e proprio quest’ultimo ad avere la peggio.

E’ accaduto recentemente al fenomeno mondiale del Texas Hold’em, quello che il molti reputano essere il miglior giocatore di Texas Hold’em del momento, Tow “Durrrrrrrr” Dwan e si ripete oggi, nell’evento numero n.32 WSOP 2010 ovvero il 5000$ buy in six handed No Limit Texas Hold’em Championship.

Motivazioni

Le motivazioni che stanno alla base di queste incredibili performance sono sicuramente da ricercare all’interno di quello che rappresenta il nostro mondo ovvero il mondo del Texas Hold’em giocato on line.

E’ infatti grazie alla possibilità di poter fronteggiare avversari da qualsiasi parte del pianeta e a qualsiasi ora del giorno, avversari che spesso analizzano e studiano il gioco per poter continuamente migliorare, e che dunque ci costringono a fare altrettanto pena il trovarci ad avere uno svantaggio competitivo incolmabile.

Tutto ciò fa sì che un comune ragazzo di New York, Jeffrey Papola, si presenti all’heads up finale di un vento WSOP contro una leggenda vivente, ovvero Men “the Master” Nguyen, con uno svantaggio di chips mostruoso e di essere capace di colmare tale svantaggio fino al punto di portare a casa il braccialetto.

Believe in dreams

Pensate che, in caso di “the Master” Nguyen, saremmo stati tutti qua a celebrare l’ottavo braccialetto di questo campione, di sicuro un esempio da seguire non solo per l’abilità al tavolo di Texas Hold’em ma anche per la compostezza e la signorilità spesso dimostrate fuori dal tavolo.

E invece non è andata così. I 667,433.00$ che costituivano il primo premio sono finiti nelle tasche di Jeffrey Papola, che ha messo in riga tutti i 567 giocatori di poker presentatesi ai nastri di partenza di questo 5000$ buy in six handed No Limit Texas Hold’em, finendo con il battere probabilmente il più valido di tutti, ovvero il Maestro Nguyen.

Questa volta non parliamo di un giocatore in grado di vincere un braccialetto al primo evento disputato, dal momento che Papola ha impiegato ben 50 eventi, e 4 anni di tempo, per poter portare a caso un risultato soddisfacente. Veramente 59 dal momento che, il giorno prima, il ragazzo era finito secondo nell’evento da 2500$ di buy in, sempre No Limit Texas Hold’em six handed. Stranezze del Poker.