WSOP 2010 Evento numero 22

News dalle WSOP

Molti teorici del Texas Hold’em appoggiano la teoria secondo la quale il gentil sesso non abbia uno svantaggio competitivo quando si tratta di giocare a Texas Hold’em. D'altro canto vi sono alcune caratteristiche, che un buon giocatore di Texas Hold’em deve avere, come l’aggressività, l’imprevedibilità, la capacità di mantenere la calma e il sangue freddo, che sono tipiche del sesso maschile, rispetto a quello femminile.

Questo significa che il Texas Hold’em è basicamente uno sport da uomini. Ma questo significa anche che, quando è una donna ad avere le caratteristiche sopracitate stiamo parlando di una giocatrice di Texas Hold’em tremendamente forte. I casi di Annette Obrestad e Vanessa Rousso sono sotto gli occhi di tutto.

1000$ Ladies no Limit Hold’em

L’evento numero 22 di queste WSOP 2010, giocato a No Limit Texas Hold’em, era per l’appunto dedicato al solo pubblico femminile e prevedeva un buy in di 1000$. Di sicuro un evento WSOP interessante, visto anche il continuo e costante aumento di interesse nel mondo del Texas Hold’em e del poker on line in generale, del pubblico femminile.

La vincitrice di questo evento WSOP è risultata essere una signora francese di nome Vanessa Hellebuyck volata a Las Vegas da Parigi, la quale ha vinto ben 192’132$ che non sono male per un singolo torneo di Texas Hold’em. Vanessa Hellebuyck non è di sicuro una sconosciuta agli addetti ai lavori, essendo già arrivata al tavolo finale di ben altri tre eventi dell’European Poker Tour (EPT) in quel di Monaco, San Remo e Berlino. Di certo una mamma di cui i due figli della giocatrice francese possono andare fieri.

Curiosità

Come a volte accade durante le WSOP giocatori che vi partecipano per la prima volta portano a casa un braccialetto, ed è proprio il caso di Vanessa, poco avvezza ai tornei oltre oceano. Pensiamo che dopo questo risultato la giocatrice parigina sarà disposta a qualche torneo di Texas Hold’em in più in terra americana.

In media il numero delle giocatrici partecipanti a questo evento di Texas Hold’em, ovvero 1056 contro le 1060 dell’anno precedente. Come sempre per vincere un torneo di Texas Hold’em è necessaria una buona dose di sorte, e lo testimonia la mano finale dove la coppia di 5 di Vanessa regge “l’impatto” del T9 dell’avversaria, Sidsel Boesen, Spedendo il braccialetto numero 22 in quel di Parigi. Nel Texas Hold’em vincere i flips è fortuna, essere in grado di arrivarci no.