Vivere in una poker house

Poker House: un'esperienza di poker unica!

Gironzolando tra i vari forum e siti dedicati al poker, quasi tutti non italiani, mi è capitato più volte di imbattermi in post che offrivano ai vari membri del forum la possibilità di vivere, temporaneamente o senza limiti di tempo, in una poker house, cioè una casa interamente dedicata al gioco del poker.

Spesso si tratta di case molto grandi e con 5/6 camere da letto per altrettanti ospiti, tutti giocatori di poker on line, i quali possono trarre innumerevoli vantaggi da una situazione tale.

Perchè andare in una Poker House

In primo luogo la possibilità di poter avere a che fare con giocatori di poker del nostro stesso calibro, dai quali poter attingere e condividere molte conoscenze, mettendo in atto quel processo di continuo miglioramento fondamentale per ogni giocatore di poker che si rispetti.

Pensate solo al fatto di poter condividere opinioni in merito a mani particolari quasi in diretta, in merito al poker Texas Hold'em o ad altre varianti del poker, senza dover aspettare il botta e risposta inevitabile dei vari forum, o ancora scambiarsi i ruoli quando si tratta di “coaching” in cui sarete prima voi a fare da coach al vostro amico e poi lui ricambierà a voi il favore, senza dunque spendere un centesimo.

Nel caso in cui sia presente poi un giocatore di alto livello potremmo usufruire del suo aiuto evitando di spendere cifre molto alte, e vi posso garantire che tale tipologia di giocatori di poker si fa pagare profumatamente per la propria attività di consulenza.

Molto spesso le poker house si trovano a Las Vegas, per indiscutibili motivi, ma sta prendendo piede la tendenza di dare vita a poker house in posti stupendi come Thailandia, Sud America, Bali etc… Questo per un duplice motivo: in primo luogo in tali paesi è possibile spendere molto meno per l’affitto di una villa faraonica e in generale per il costo della vita e in secondo luogo per il clima, sempre caldo e gradevole in queste parti del mondo.

Poker House: i contro

Chiaramente esistono anche dei contro all’esperienza di una poker house, in primo luogo il dover lasciare la propria casa e la propria famiglia per recarsi in un paese straniero.

Chi infatti non è abituato a viaggiare o comunque a trovarsi fuori casa per periodi di tempo elevati, o anche non riesce a lasciare la propria famiglia per tutto questo tempo, difficilmente potrà provare l’esperienza di vivere in una poker house. Discorso ancora più chiuso per i giocatori di poker che sono fidanzati/sposati, dal momento che ben sappiamo come la pensano le donne italiane.

Per tutti gli altri però vi è la possibilità di poter vivere un esperienza fantastica, in un ambiente da favola e facendo quello che più ci piace: giocare a poker! Chiunque fosse seriamente interessato può chiedere informazioni contattando la redazione di Poker.it!