Tornei di poker: come giocare la bolla

Strategie: torneo di poker e gestione della bolla

Ormai tutti sanno che per bolla nel Texas Hold’em si intende il particolare momento in cui è necessaria un’ulteriore eliminazione affinché tutti i giocatori restanti siano a premio, ovvero abbiano una vincita garantita. Chiaramente durante la fase di bolla cambiano alcuni aspetti del gioco, che il bravo player deve saper individuare e sfruttare a proprio vantaggio.

In particolare la maggior parte dei partecipanti ad un torneo di Texas Hold’em diventa più tight durante la fase di bolla, chiudendosi e giocando solo premium hands, con la speranza di riuscire ad arrivare a premio.

Andare contro tendenza

Quando dunque siamo in possesso di uno stack sufficiente è necessario andare contro la tendenza generale del tavolo, e dunque divenire più loose quando tutti gli altri players sono tight. Questo significa rilanciare con un ampio range di mani, e continuare a mettere pressione sui nostri avversari. In questo modo saremmo in grado di accumulare un ingente quantità di chips durante la fase di bolla del nostro torneo di Texas Hold’em.

E’ proprio questa abilità che ha decretato il successo dei maggiori players da torneo, primo fra tutti il vecchio Stu Ungar. Stu era uno che i tornei li vinceva durante la bolla, accumulando montagne di chips che gli garantivano la possibilità di farla da padrone anche nelle fasi successive del torneo di Texas Hold’em.

Quali stack fronteggiare

La cosa migliore da fare durante la suddetta bolla è dunque andare ad attaccare i giocatori che si trovano nella situazione di poter fronteggiare una possibile eliminazione. Ma quali è che sono questi giocatori? Prima di tutto evitiamo i big stacks, dal momento che non seriamente in grado di danneggiarci, se non addirittura di eliminarci, nel caso compissimo un errore di valutazione.

Ma attenzione anche agli stack troppo piccoli, quelli con il bisogno assoluto di fare una mossa in poco tempo, perché saranno più propensi a giocarsela anche con mani marginali, che, vista la nostra strategia, potrebbero anche essere migliori delle nostre.

Quindi in un torneo di Texas Hold’em quello che vogliamo fare per sfruttare al massimo la bolla è andare ad attaccare gli stacks medi, i quali non hanno bisogno di fare una mossa disperata e che siano comunque in grado di essere fortemente intimoriti dal nostro stack. Tali giocatori infatti sono in attesa che vengano eliminati gli stacks minori, in modo da poter approfittare della situazione e trovarsi in the money senza dover mettere a rischio le proprie chips.