Texas hold’em: le mani sopravvalutate

riconoscere le mani sopravvalutate al texas holdem

Quando si gioca un Sit and Go o un untorneo multitavolo in una siatuazione di big blinds, spesso si comincia a giocare mani sopravvalutandole. Vediamo insieme come accorgersene e come evitare di rovinare il nostro stack.

Vi sono alcune mani di Texas Hold’em il cui vero valore è spesso male interpretato dai giocatori, in particolare quando si sta giocando un Sit and Go oppure una situazione di high blinds durante un torneo multi tavolo.

Il motivo di questo spesso risiede nella capacità di queste mani di vincere piatti grandi, basicamente floppando monster hands. Purtroppo però, queste situazione sono relative a quando il livello dei blinds è poca cosa rispetto a quello del nostro stack, e il gioco di conseguenza si sviluppa sul flop. Durante un Sit and Go, dal 3 livello in poi e durante le fasi cruciali di un torneo il gioco è quasi esclusivamente sviluppato prima del flop, situazione in cui questo tipo di mani perde valore. Sto parlando in questo caso di mani come KQ, KJ, JQ, JT, QT etc. ovvero mani che nelle situazioni sopracitate è consigliabile spesso foldare.

La bolla di un sit and go

Vi faccio un semplice esempio: stiamo giocando un Sit and Go di Texas Hold’em e ci troviamo sul big blind in situazione di bolla, con bui 100/200 e stacks di 3200: i primi due players foldano e l’azione passa allo small blind, di pari stack al nostro, che opta per un raise di 500 chips. In una situazione del genere, a meno che non si abbiano solidi tells sul giocatore in small blind, la soluzione migliore da fare è foldare: effettuare un call significherebbe buttare al vento delle chips dal momento che probabilmente nessuno dei due players otterrà qualcosa dal flop e ci troveremmo di fronte ad una probabile puntata del nostro avversario. Un resteal all in è una soluzione eccessivamente rischiosa, perché verremmo callati solo da mani migliori della nostra, e la situazione di chips nostra e del nostro avversario non ci impone una decisione così drastica.

Resistere alla tentazione

La tentazione che ogni giocatore di Texas Hold’em ha quando si trova a giocare con mani del genere è quella di over giocare queste mani, perché spesso ottengono un qualcosa in molti flop: una strategia di questo tipo è deleteria, in particolare quando l’alto livello dei bui ci impone di giocare un Texas Hold’em estremamente aggressivo.

Ricordatevi inoltre che durante situazioni di all or fold questo tipo di mani sono ottime per aggredire il nostro avversario. La presenza di high cards aggiunge dell’equity quando abbiamo a che fare con delle coppie, ma non tanto per chiamare degli all’in, in particolare con 15 o più big blinds, perché basicamente saremo in situazione di svantaggio contro tantissime possibili mani: basta un asso infatti per vederci partire sotto.