Reverse implied odds: concetti avanzati

Approfondimenti sulle odds di tipo negativo

Ogni giocatore di poker Texas Hold’em, ha sicuramente sentito parlare di “odds” e di “implied odds”, che possiamo brevemente spiegare come le probabilità concrete (o potenziali) di vincere una determinata mano, che vengono valutate secondo un rapporto tra rischio e rendimento.

Soprattutto le implied odds, sono molto importanti nel poker Texas Hold’em No Limit, poichè sono in grado di individuare il numero e la grandezza della puntate che potremo vincere, nei seguenti rounds di puntate.

Nel valutare una decisione di fold, call o raise, il giocatore di poker Texas Hold’em deve sempre tenere conto delle odds che il piatto gli offre, rispetto alla puntata in essere e rispetto alla valutazione della propria mano, confrontata con quella dell’avversario.

Vi sono però anche altre odds da tenere in considerazione per un giocatore di poker Texas Hold’em (sia questo di poker live che di poker online), e questa volta parlo di quelle di tipo negativo, ovvero le “reverse implied odds”.

Le odds negative

Per chiarire il concetto di reverse implied odds, supponete di star giocando un Sit and Go di poker Texas Hold’em in modalità Heads up, e di trovarvi out of position quando il vostro avversario raisa 3 volte il valore del big blind: abbiamo in mano 45s e optiamo per un call.

Il flop recita 489 rainbow, e dopo il nostro check il giocatore di poker Texas Hold’em avversario, opta per una continuation bet, ed ora la decisione spetta a noi.

La nostra mano è una third pair, che su un flop del genere può anche essere la miglior mano al momento, ma purtroppo ha scarse possibilità di migliorare visto che non abbiamo in mano nessun draw, ad esclusione di un backdoor straight draw poco probabile, ed i nostri outs si riducono a cinque.

Questo significa che anche se la nostra mano di poker Texas Hold’em è migliore di quella del nostro avversario (e nel poker Texas Hold’em in modalità Heads Up spesso lo è), la decisione migliore è foldare alla continuation bet del nostro giocatore di poker avversario.

Tutto da perdere

Questa situazione di poker Texas Hold’em è infatti dominata da reverse implied odds, ovvero le probabilità che la nostra mano non diventi la migliore.

Per comprendere ciò, pensate infatti che ogni over card ci metterebbe in seria difficoltà di fronte ad ulteriori puntate del giocatore di poker avversario, che magari non ha in mano nulla, tipicamente hands come KJ, QT, A7, JQ, ma che ha tutto da guadagnare da una mano del genere.

Giocando una mano del genere, perlopiù out of position, stiamo giocando una situazione estremamente negativa, nella quale otterremo azione solo da mani migliori della nostra: migliori già al flop oppure con alte possibilità di migliorare.

Giocare questo tipo di situazioni marginali nel poker Texas Hold’em è sicuramente una scelta a valore atteso sul lungo termine, che ogni giocatore di poker Texas Hold’em dovrebbe evitare.