Quando fare slowplay e quando no!

Slowplay

Per chi non lo sapesse nel Texas Hold’em si chiama slowplay, che in italiano potremmo definire stare nascosti, quando abbiamo una mano molto forte e decidiamo di giocarla piano, lasciando che il nostro avversario finisca nella trappola che abbiamo creato appositamente per lui.

Questo stile di gioco può essere molto fruttuoso contro avversari aggressivi, che tendono a fare puntate in tutti e tre i round consentiti dal Texas Hold’em. Ma a volte, più di quanto non si pensi, fare slowplay è controproducente, portandoci a vincere meno di quanto avremmo vinto in caso avessimo giocato la nostra mano in maniera normale.

C'è slowplay e slowplay

Prendiamo un esempio tratto da Heads Up Strategy di Colinn Moshman per meglio chiarire di cosa sto parlando. Supponiamo di stare giocando una partita Heads Up di Texas Hold’em e di avere in mano una coppia di 2 dal bottone. Il flop è del migliori per noi in quanto recita 2s3sJd e noi decidiamo di puntare per primi per primi in modo da ingrossare il piatto, il nostro avversario rilancia e noi decidiamo di fare slowplay facendo solo call. Errore.

La nostra mano è quasi sicuramente la migliore ma molto vulnerabile vista la texture di questo flop in quanto vi è uno flush draw e uno straight draw. Questo significa non solo che la prossima carta potrebbe decretare la nostra mano come non più la migliore ma anche chiudere l’azione. Supponete infatti che il vostro avversario abbia in mano J3 o 23, sicuramente potremmo portarlo a giocarsi tutto quello che ha davanti su un flop del genere, ma se una terza picca o una carta a scala dovesse uscire al turn…addio sogni di gloria.

Quando invece monopolizziamo il flop...

Un caso completamente contrario si ha quando invece noi monopolizziamo il flop, ovvero tutte le carte si combinano con quelle che abbiamo noi in mano. Prendete ancora un Heads Up di Texas Hold’em in cui la nostra mano reciti T8s per il più classico dei flop da sogno, ovvero T88. In questo caso abbiamo quasi le nuts, esclusi TT, ma è molto probabile che il nostro avversario abbia legato in questo flop.

Se infatti escludiamo che il nostro avversario abbia anch’egli un 8, è consigliabile regalare una carta gratis al nostro avversario, perchè magari gli consentirebbe di legare una scala o un eventuale colore, entrambe mani peggiori della nostra. In questo caso, diversamente dal precedente, ogni carta ulteriore non ci spaventa, anzi ci potrebbe garantire la possibilità di estrarre ulteriori chips dal nostro avversario.