Prendersi una pausa dal texas hold’em

prendere una pausa dal texas holdem

Una delle abilità fondamentali del buon giocatore di Texas Hold’em è quella di saper dire basta: che si tratti di poner termine ad una partita, di foldare una mano, di non giocare quando si è troppo stanchi o nervosi o di prendersi delle vere e proprie pause dal gioco.

Il poker, come quasi tutti i giochi di carte, si basa sul concetto fondamentale dell’informazione e della capacità di elaborarle: tante più ne abbiamo e più la nostra capacità di elaborarle è in grado di garantirci un vantaggio nella mano in corso, e di conseguenza sulle partite che andremo a giocare. Ma questa capacità di elaborare le informazioni che riceviamo nel Texas Hold’em non è sempre la stessa, ma anzi dipende da fattori come la stanchezza e la lucidità del giocatore, e non parlo solo della stanchezza relativa ad una singola sessione.

Incapacità di pensare lucidamente

Spesso infatti i giocatori di Texas Hold’em, specialmente quelli più giovani e quelli provenienti dall’online, entrano in quello che può essere definito un “coma” pokeristico, ovvero una situazione mentale in cui la capacità razionale di pensare diminuisce sensibilmente: mani che una volta apparivano semplici sembrano ora irrisolvibili, avversari facilmente leggibili diventano improvvisamente imbattibili etc..

È in fasi come questa che il giocatore di Texas Hold’em gioca con il pilota automatico, ovvero gioca le mani che gli si presentano seguendo gli schemi di situazioni già presentate in precedenza, senza applicare un processo logico e razionale di analisi della mano. Ricordiamoci infatti che nel Texas Hold’em nessuna mano è uguale ad una già giocata, questo per via del grandissimo numero di variabili che entrano in gioco.

Una “vacanza” dal texas hold’em

Spesso per porre fine a questa situazione, in grado di abbassare notevolmente il nostro valore atteso nel Texas Hold’em, non basta prendersi una pausa tra una partita o l’altra o magari qualche ora di riposo. È necessario qualcosa di più profondo e radicale, ovvero una pausa di qualche giorno o più, magari passata ad analizzare le nostre statistiche di gioco, le opinioni di altri giocatori di Texas Hold’em sui Forum, primo fra tutti quello di poker.it ricchissimo di analisi di mani e commenti di giocatori di ogni livello, dai pro dell’online ai giocatori amatoriali della domenica.

Solo dopo aver acquisito nuovamente una mentalità razionale ed analitica, pronta a trattare ogni situazione in maniera indipendente dalle precedenti è possibile ritornare al gioco, rendendosi conto di quanto effettivamente il proprio livello di gioco fosse sub ottimale prima della suddetta pausa.