PokerStars: errore tecnico la room regala 240000$

PokerStars regala 240.000$ per un errore tecnico

La room dalla picca rossa non si tira indietro davanti a niente, e se arriva un errore tecnico sulle iscrizioni di un suo torneo, PokerStars.com non si fa parlar dietro e regala letteralmente 240.000$ ai “pochi” che erano riusciti ad iscriversi all’evento con montepremi GTD! Ecco lo stupefacente caso di overlay avvenuto lo scorso 6 aprile.

Errore tecnico in un domenicale da 500.000$ garantiti!

Il caso di cui vi parliamo, è avvenuto su PokerStars.con lo scorso 6 aprile, durante una domenica piena di eventi di poker online con montepremi garantiti, offerti dalla room numero uno. Il “piccolo” problema tecnico si è verificato con le registrazioni dei giocatori al Sunday Warm-Up da 215$ di buy-in, torneo che come molti altri eventi di PokerStars, prevede la “late registration”, ossia la registrazione tardiva. Proprio al momento dell’inizio del Sunday Warm-Up le registrazioni si sono bloccate per un errore tecnico, impedendo così a tantissimi altri grinder che volevano partecipare pagando il buy-in da 215$, di prendere parte all’evento domenicale con 500.000$ garantiti. Tornei come questi vedono la partecipazione di molti giocatori professionisti di poker online, che abituati a vedere migliaia di iscritti, avranno capito subito che stava accadendo qualcosa di insolito. Dunque introiti decisamente bassi per il torneo di PokerStars, che si è ritrovata con meno della metà dei giocatori che normalmente prendono parte al Sunday Warm-Up, e quindi ha incassato troppo poco per poter coprire i 500.000$ garantiti.

PokerStars ci rimette 240.000$ ma non la faccia

A questo punto con soli 1.204 giocatori iscritti al Sunday Warm-Up da 215$ di buy-in, la room avrebbe potuto fermare ed annullare l’evento dichiarando il problema tecnico e rimborsando i giocatori, oppure ancora avrebbe potuto ridimensionare il montepremi in palio, ma non sono state queste le strade scelte dall’operatore legale che, non a caso è il numero uno. PokerStars.com ha lasciato continuare il gioco sui tavoli verdi del Sunday Warm-Up, ed ha anche lasciato invariato il montepremi garantito da 500.000$! A conti fatti, a fronte delle iscrizioni ricevute prima del “blocco” sulla late registration, PokerStars ha dovuto mettere di tasca propria più di 240.000$: il prizepool generato arrivava infatti solo a quota 258.860$. Scelta davvero effettuata con lo spirito della sportività da parte di PokerStars, che ha preferito rimetterci una bella somma di denaro, che rischiare di denigrare la sua immagine. Oltretutto la room si è anche scusata pubblicamente, dichiarando proprio l’errore tecnico che eviterà di far riaccadere in futuro.

Si tratta di un caso di overlay affrontato con serietà

Si è assistito dunque ad un vero e proprio caso di overlay, cosa non tanto frequente, ma che comunque può capitare nel mondo del poker. L’overlay (in italiano “copertura”) avviene quando una poker room deve aggiungere del denaro di tasca propria al montepremi di un torneo. In questo caso 240.000$ non erano probabilmente troppi per PokerStars, room che da sempre punta tantissimo sulla immagine di piattaforma seria ed affidabile, tanto da pagare tranquillamente questo prezzo pur di non far parlare male di se. Di certo se l’inconveniente fosse accaduto durante un altro evento da buy-in e montepremi più contenuti, PokerStars sarebbe stata più contenta, ma si sa, un errore tecnico può capitare in qualsiasi circostanza, e questa volta l’ha fatto in un torneo da 500.000$ garantiti.

Di certo adesso lo staff tecnico provvederà a fare tutti controlli che servono per scongiurare un nuovo overlay, e per quanto PokerStars abbia mostrato di poter sborsare tranquillamente 240.000$, anche nella sua dichiarazione di scuse ai players si evince che la spesa non gli sia “andata giù” di buon grado. La room dalla picca rossa ha infatti dichiarato tra le varie cose, che “è stato un errore tecnico che non si poteva prevedere.. che questo problema non capiterà più..perchè c'è una questione finanziaria ricorderà di fare più attenzione”.