Pokerstars e la nuova domenica Half Price

Pokerstars e la nuova domenica Half Price

Un periodo decisamente difficile per il poker online e per il poker live. E in una congiuntura non certamente favorevole allo sviluppo di questo mercato, Pokerstars ha appena lanciato la modalità Half Price che nella domenica appena trascorsa ha portato il triplo degli iscritti in alcuni storici tornei.

E’ un concetto su cui abbiamo dibattuto a lungo soprattutto per quanto riguarda il mondo del poker live. Nell’ultimo periodo, infatti, è stato più che evidente il calo subito dai grandi tornei di poker. Su tutti l’EPT Grand Final che, pur avendo regalato un final table storico con alcuni dei più grandi campioni a giocarsi la prima moneta, sotto il profilo dei numeri è stato decisamente sotto tono. E mentre i tornei di poker live a buy in alto stanno subendo questo destino, cosa sta succedendo nei tornei online?

Poker online e live: un paragone

Diciamo che stando agli ultimi dati che abbiamo ricevuto nel mesi di marzo l’andazzo è più o meno lo stesso. E visto che i numeri si sono abbassati notevolmente, qualcuno ha provato a dare la sua risposta a questo periodo di crisi. E infatti, nella domenica appena trascorsa Pokerstars, la poker room dalla picca rossa, ha dimezzato tutti i buy in dei principali tornei. Una modalità che ha preso il nome di Half Price e che naturalmente non poteva che dare i suoi frutti in termini di affluenza di giocatori di poker.

Pokerstars e il successo della domenica Half Price

E partiamo, allora, con la nostra rassegna proprio dal Sunday Special, un torneo che ha avuto un’affluenza addirittura triplicata rispetto alla media, con al’attivo 6.085 giocatori iscritti. Stesso discorso vale anche per il Sunday Evening con 3.072 partecipanti. Ma il successo non è arrivato soltanto con queste due competizione perché anche il Sunday High Roller ha avuto un notevole riscontro con 1095 player. Numeri impensabili almeno fino a quando non è stata introdotta questa nuova modalità Half Price.

Gli italiani preferiscono il buy in basso

Chiaramente il successo dei tornei a buy in dimezzato non poteva che portarci a fare qualche analisi sulla situazione del nostro poker online. E infatti la tendenza che si evince da questa domenica che ci siamo appena lasciati alle spalle non può che essere paragonata a quella del poker live, visto che a quanto pare gli italiani non amano più spendere buy in esorbitanti ma preferiscono pagare cifre più modiche con la prospettiva di vincere tanto. Come nell’Italian Poker Open 10 che grazie ad un’affluenza di 2492 persone ha regalato dei premi da capogiro.

Le necessita del poker online e del poker live

Tornado al poker online quello che possiamo dire è che pur avendo dimezzato il buy in i premi sono stati addirittura maggiori; un’ulteriore testimonianza che nel mondo del web la tendenza sia quella che abbiamo riscontrato nel live. E se da un lato abbiamo da sempre sostenuto il fatto che in Italia sia assente una sinergia fra poker online e poker live, il successo di questa domenica Half Price su Pokerstars rappresenta anche una testimonianza di quanto effettivamente le necessità delle poker room siano affini a quelle di chi si occupa e vive nel settore del poker live.

Si ripeterà il successo della domenica Half Price

Del resto in un periodo di vacche magre come questo, le riflessioni sono all’ordine del giorno e, secondo noi, non è assolutamente casuale che Pokerstars abbia lanciato un’iniziativa del genere a favore di quei giocatori di poker che vogliono passare una bella domenica spendendo delle cifre più che abbordabili. Per il momento, allora, aspettiamo di vedere cosa succederà e se questa modalità Half Price verrà ripetuta a breve sulla poker room dalla picca rossa.