Poker Online: Marco Bognanni commenta la tripletta

Marco Bognanni e la tripletta nel poker online

Una meta tanto ambita per i giocatori di poker e per i grinder di razza. L’isola di Malta è infatti un paradiso per chi vuole avvicinarsi alle punto com. Ne sa qualcosa Marco Bognanni che proprio ieri sera ha messo a segno una tripletta in tre diversi tornei online due dei quali su Full Tilt Poker e un’altra su Pokerstars.com e ne parla con Poker.it.

Per molti rappresenta un paradiso terrestre, per altri una bella meta per trascorrere una bella vacanza, per altri ancora è una location da tenere ben presente per ben altre prospettive. L’isola di Malta, che nel corso dell’anno raccoglie molti turisti e viaggiatori, per i grinder di razza italiani (e non solo) è un ottimo posto dove vivere. Le motivazioni di questa scelta stanno nelle agevolazioni fiscali e soprattutto nella possibilità di giocare sulle piattaforme punto (le più popolari sono la room Pokerstars e Full Tilt) com che in Italia sono illegali e che, tuttavia, richiamano i migliori giocatori di poker online.

Poker Online: fuga di cervelli verso Malta

Ne sanno qualcosa Mustapha Kanit, Marco Bognanni, Walter Treccarichi e tutti quei giocatori che hanno fatto del poker una vera e propria professione e che si sono trasferiti a Malta da un bel po’ di tempo. Del resto un grinder online cerca sempre di migliorarsi ed in Italia i limiti per gli amanti dei tornei sono davvero tanti. A maggior ragione ad alcuni di loro sembra proprio che l’esperienza maltese stia facendo davvero bene; a Marco Bognanni in primis che proprio la scorsa notte ha messo a segno tre vittorie consecutive in tre tornei di poker.
In un' intervista esclusiva, Bognanni risponde alle domande di Poker.it sul suo ultimo exploit e la vita a Malta.

Marco Bognanni commenta la sua tripletta

Un traguardo davvero notevole che soltanto un grinder di razza come Marco Bognanni poteva riuscire. A proposito il grinder milanese, a contatto con le punto com da diverso tempo ci ha commentato così questo risultato:
Mi sento migliorato senza ombra di dubbio, ma nell'ambito delle strutture mtt che si trovano nelle poker room punto com, la maggior parte delle quali sono turbo e quasi nessuna con deep stack, il gioco 20/30x, sostanzialmente, si evolve a dismisura”.

Le vittorie di MagicBox sulle punto com

E’ quello che succede, molto probabilmente, a chi gioca sulle punto com, confrontandosi giorno per giorno con i migliori giocatori di poker online. E non è casuale, dunque, che MagicBox sia riuscito con questo eccezionale risultato su Full Tilt Poker, arrivando primo nell'evento 3 MTOPS, da 3.30$ con 22.039 partecipanti e incassando 9.715$, e nel torneo The Ceratops, a buy-in 24$+2$ con 1.546 partecipanti ed un premio di 6.823$. Stesso copione anche su Pokerstars.com, dove nel The Bigger, da buy-in 22$ e 100.000$ garantiti ha vinto ben 24.078$. Numeri alla mano il suo conto si è accresciuto di circa 40.000 dollari.

Un paradiso per i grinder online

Sarà l’aria di Malta a far bene ai giocatori di poker online? Oppure sono le punto come che li mettono in condizione di migliorare il gioco ogni giorno? A questa domanda Marco Bognanni risponde così:
Non so se Malta sia proprio l'ideale visto che non ho mai provato a vivere ion altre mete dei grinders come Londra, Tenerife o la Slovenia o a Tenerife, ma questo è un piccolo paradiso per un giocatore online. Ci sono centinaia Mtt ogni giorno, ci si può confrontare con i migliori al mondo ed arrivare a montepremi incredibili con buy in ridotti! Ed in più ci sono tanti bei posti, turisticamente parlando, e un clima eccezionale!”malta paradiso di poker online per i grinder italiani

Anche Mustapha Kanit non scherza

Non dimentichiamoci, però, dei risultasti messi a segno anche da Mustapha Kanit che dall’inizio di quest’anno è riuscito a portare a casa un quarto posto al 25K High Roller del Poker Caribbean Adventure e due vittorie all’Aussie Millions di Melbourne. Sono casi della vita oppure anche a lui la residenza a Malta ed il poker online delle punto com hanno fatto davvero bene? Difficile dare una risposta, anche perché in questo caso le vittorie di Mustacchione sono avvenute nel poker live, ma sta di fatto che anche lui negli ultimi tempi ha dato vita a delle deep run davvero memorabili.

Nostalgia verso il bel paese?

Certo, per concludere, tornando a quanto ci ha raccontato Marco Bognanni, forse un c’è un po’ di nostalgia verso il paese che si è lasciato alle spalle. E a tal proposito il grinder milanese conclude con queste parole:
"In realtà spero che l'Italia, un giorno, possa essere una meta dove vivere e stabilizzarmi; dovrebbero cambiare due o tre cose nell'ambito del poker sia come legislazione live che come orizzonti per il poker online, ma sono fiducioso!”
Sta di fatto che Malta continua ad essere la meta preferita per i nostri grinder che fuggono dall’Italia a caccia del miglior paradiso fiscale.