Poker Live: un mondo in espansione

Poker Live un mondo in espansione

Negli ultimi 10 anni il poker live ha vissuto un’espansione senza precedenti in tutto il mondo. E se negli anni ’70 le prime WSOP richiamano un numero di giocatori limitato, adesso la musica è cambiata. Nel 2012, infatti, si gioca praticamente in tutto il mondo e i tornei di poker live sono diventati tantissimi.

Sono passati più di 40 anni da quando John Moss vinse le prime World Series of Poker di Las Vegas. E da allora la geografia del poker è cambiata drasticamente, sconfinando dagli Stati Uniti fino a raggiungere alcune delle parti più sperdute del mondo. E se prima il Main Event delle World Series of Poker era un torneo destinato a pochi eletti, oggi come oggi gli iscritti a quello che viene considerato il torneo più importante del mondo superano addirittura le 8000 unità.

Poker live: cambia la geografia

Oggi, infatti, la geografia dei tornei di poker live è cambiata notevolmente, anche se sono pochi i marchi di successo che detengono la leadership nel mercato mondiale. Fra questi ci sono chiaramente quello delle WSOP ed il WPT, senza scordarci di Pokerstars, la poker room dalla picca rossa leader nel mercato del poker online. Ognuno di questi brand ha una sfera d’influenza ben precisa e rispetto a 10 anni fa, quando è cominciato il fenomeno del Texas Hold’em mondiale, si sono allargati in diversi continenti.

Poker live: l’espansione delle WSOP

E cominciamo, allora, dalle WSOP, ovvero le World Series of Poker, che sicuramente rappresentano il marchio più conosciuto al mondo. Se nei primi anni di vita erano considerate un torneo destinato a pochi eletti, adesso la musica è cambiata drasticamente. E infatti le WSOP che si tengono a Las Vegas durano per più di un mese e oggigiorno richiamano un numero di partecipanti davvero spropositato. Inoltre da pochi anni a questa parte si sono allargate anche al Sud Africa, Australia e anche all’Europa; quest’anno, per esempio, si sono svolte a Cannes, mentre nel 2013 si terranno a Parigi.

Poker live: il successo del WPT

Ma il marchio WSOP non è l’unico ad aver avuto un notevole successo a livello mondiale. Anche il WPT, infatti, nell’ultimo periodo ha ottenuto una grandissima espansione partendo dal Nord America, dove sicuramente ha ottenuto i maggiori successi, fino a toccare il Canada, l’Europa, il Sud Africa e addirittura anche la Cina. Basti pensare che il WPT Montreal 2012 ha raggiunto una cifra pari a 1.173 iscritti ed un montepremi da capogiro.

La leadership di Pokerstars in Europa

Tuttavia se parliamo dei principali brand che detengono la maggior del mercato nel mondo del poker live, non possiamo tralasciare Pokerstars, la poker room dalla picca rossa, che detiene senza ombra di dubbio il primato in Europa. Basti pensare che lo European poker Tour ha raggiunto la nona stagione, toccando alcune delle principali città del vecchio continente. Pokerstars, inoltre, ha raggiunto un notevole successo in Italia, visto che alcune tappe vengono giocate anche in alcuni dei più importanti casino italiani.

Black Friady: Pokerstars abbandona gli USA

Certo, sicuramente il Black Friday ha portato alla chiusura del poker online negli Stati Uniti e ha tolto alla poker room dalla picca rossa uno dei principali mercati nell’ambito del poker online. Ciononostante Pokerstars è riuscita ad aprire i battenti in Oceania, in Cina e anche in Sud America dove, al contrario di quello che si potrebbe pensare è molto attiva e rappresenta sicuramente uno dei marchi di maggior successo nell’ambito del poker live.

Conclusioni

Insomma, una geografia del poker live che da quarant’anni a questa parte è cambiata notevolmente, con una grande impennata avvenuta nell’ultimo decennio. E sebbene quest’anno sia stato un anno abbastanza difficile sotto tutti i punti di vista, non possiamo tralasciare il fatto che il poker sportivo sia una disciplina sempre più apprezzata nel mondo. Del resto è l’unico sport, se così possiamo definirlo, che consente veramente a tutti di poter giocare anche di fronte ai propri idoli. E questo è un aspetto che non bisogna assolutamente sottovalutare.