Perché giochiamo a poker invece di fare altro?

La scelta di giocare a poker rispetto altre attività

Il poker online per chi non lo pratica professionalmente, è un hobby o un passatempo che sia. Ma perché si sceglie proprio il poker a discapito di altre attività ricreative. Le risposte sono varie e non necessariamente basate sul fattore economico.

Premessa: il poker prima di tutto è una “scelta”

Il tempo libero da dedicare alle cose che ci piacciono o a noi stessi è sempre meno. Andare in palestra, coltivare un hobby, fare una passeggiata, sono cose per cui bisogna trovare lo spazio temporale che non sempre c’è, ma che cerchiamo di procurarci un po’ per “far felici” noi stessi. Ecco, giocare a poker, per molti semplici appassionati che non siano giocatori professionisti, è un po’ la stessa cosa.

Chi è un giocatore “occasionale”, deve organizzare le sue giornate tra lavoro, impegni vari e famiglia, per ritagliarsi un po’ di tempo da passare al PC in una sessione di cash game online o un sit’n’go che sia. Per i tantissimi giocatori saltuari che ogni giorno trovano questi spazi (principalmente in tarda sera), il poker online è una vera e propria scelta: potrebbero leggere un libro, incontrare un amico per un caffè o andare in palestra, ed invece scelgono di giocare a poker. Il poker per chi vi gioca è quindi innanzi tutto una scelta, basata sul fatto che si preferisce questa attività rispetto a molte altre possibili.

Perché giocare a poker è piacevole: cosa ci dà

La prima risposta che viene in mente alla domanda “per quale motivo milioni di italiani giocano a poker online?”, è ovviamente quella più scontata, ossia “per vincere tanti soldi”. Ebbene non è così. La maggior parte dei giocatori sono occasionali e giocano importi modesti (anche 0,50 centesimi o 1 euro) che non gli consentono certo di sbancare il lunario o di intascare chissà quale somma nell’arco di una breve sessione di gioco.

A questo punto avrete già intuito la seconda risposta più “scontata”, ossia il divertimento e lo svago. E’ proprio così, la maggior parte dei giocatori occasionali si diletta nel poker online per svagarsi, per passare qualche ora in modo “leggero” e semplicemente a fare qualcosa che gli piace. Di solito questi giocatori sono la stragrande maggioranza di utenti delle room, una maggioranza che prova un rilassante piacere nell’incontro virtuale direttamente a casa sua e con altri giocatori di poker.

Chi lo sceglie per il senso della competizione

Trattandosi di un gioco tra più persone, automaticamente il poker ha anche una componente legata alla competizione. Ci sono molte persone che amano mettersi alla prova costantemente e su più fronti, e che quindi nel gioco del poker ritrovano quello spirito di “sfida” che gli piace e, proprio per questo, scelgono tale gioco. Giocare a poker è competere, con un altro o con molti altri giocatori, ma è sempre e comunque competere per qualcosa: non importa se il montepremi in palio sia da 5 o da 500 euro, per i giocatori che amano appagare il loro ego sentendosi vincitori, l’importante è andare alla ricerca di un successo.

Chi lo sceglie per “arrotondare”

Poiché stiamo parlando di un gioco a soldi veri e con vincite in denaro reale, alcuni giocatori (anche se occasionali), scelgono di praticarlo per provare a vincere “qualcosa”. Coscienti che anche se tutto andasse nel verso giusto la loro vita non cambierebbe attraverso quel torneo da 2€, chi partecipa con lo spirito di incrementare i suoi guadagni, si accontenta ben volentieri di intascare qualche euro che non farà troppe differenze nel suo quotidiano. Questi giocatori però, sono tra quelli che si impegnano di più: giocano per vincere anche se si tratta di poco, e spesso studiano gli avversari e cercano di imparare anche sui libri, per ottimizzare le loro entrate in arrivo dalla passione per il gioco del poker.