Perdo e sono felice

Strategie del poker: perdere ed essere felici

Non sono uno che ama perdere a Texas Hold’em o un autolesionista che prova piacere quando le cose prendono la piega sbagliata. Sono semplicemente un realista che sa che non potrà mai concludere ogni singola sessione in positivo. Neppure il miglior giocatore di Texas Hold’em al mondo è costretto ad avere sessioni negative, in cui viene maturata una perdita.

E’ così che va il poker, ed è proprio questa possibilità di vincere, molto meno probabile, che mantiene nel circuito i giocatori peggiori, quelli per intenderci che “fanno le paghe” ai giocatori vincenti. E che, vincendo qualche volta, si illudono di poter dire la loro.

A nessuno piace perdere

Questo è indubbio. Quante volte vi è capitato di subire delle perdite, magari di venire eliminati da un Sit and Go di Texas Hold’em vedendo i vostri AA scoppiati dai 66 dell’avversario, oppure quando il “donk” di turno decide di giocarsi tutta la carica su una carta a colore, che miracolosamente si materializza al river, portandovi via tutto quello che avevate di fronte?

Quando queste cose accadono il sentimento comune a chiunque di noi, in quanto umani, è quello di rivalsa, quella frenesia che abbiamo dentro e che ci spinge a giocare subito un'altra partita, a rifarci delle perdite appena subite.

Questo non si chiama desiderio di rivalsa, nel Texas Hold’em questo si chiama tilt, ovvero qualcosa che qualunque giocatore deve evitare come peste bubbonica.

Essere positivi è la chiave per vincere

Quello che invece vi voglio consigliare è di vedere la situazione dal lato positivo. Se per esempio durante la bolla di un Sit and Go avete spinto con AQ e il vostro avversario vi ha chiamato con KQ voi state facendo dei soldi.

Può poi capitare che un K regali a questo l’illusione di una vinita, ma così non è. Lui rimarrà un giocatore perdente di Texas Hold’em, e voi uno vincente. Le singole occasioni possono essere ingannevoli, non fatevi forviare. Focalizzatevi sulle vostre scelte, analizzatele e magari discutetele con qualcuno, o in qualche forum di poker.

Cercate di capire quali e dove sono i vostri errori. E se non avete compiuto errori, se il risultato negativo della sessione è semplicemente frutto della fortuna del cattivo giocatore di turno, siate felici, perché prima o poi quei soldi vi torneranno indietro con gli interessi, cospicui interessi….