Nuovi tornei in vista su PokerStars: gli “n-stack”

I tornei di poker online “n-stack” su PokerStars.it?

Novità per i tornei di poker online di “casa PokerStars”, dove l’offerta dei divertimenti non termina mai di stupire i giocatori, e tantomeno di essere all’avanguardia. La room “.com” sta valutando la possibilità di inserire un nuovo torneo tra la sua offerta. Si chiamano tornei “n-stack”, ed ecco di cosa si tratta.

PokerStars all’avanguardia come nessun’altra room

Quando si tratta di lanciare promozioni, eventi online, modalità di gioco ed altre cose comunque inerenti il poker sul web, PokerStars non ha senza dubbio eguali. Non è un caso che la room dalla picca rossa sia un colosso del suo settore sia in Italia che all’estero, e se c’è qualcosa in arrivo, sarà di sicuro PokerStars a lanciarla. Dopo lo Zoom Poker e tante altre offerte della room, adesso potrebbe arrivare un nuovo tipo di torneo di poker online. Si ipotizza il lancio dei tornei “n-stack”, un nuovo formato che potrebbe essere attivato sul “com” ma poi arrivare anche (come è accaduto in passato per le altre novità) sul “.it”.

Tornei “n-stack”: si gioca con un determinato numero di stack

Si pensa che saranno le prossime SCOOP l’occasione scelta da PokerStars per lanciare i tornei “n-stack”. In occasione delle Spring Championship of Online Poker, la nota serie di tornei di poker online che dal 2009 la room propone ogni primavera, si potrebbe giocare il nuovo torneo, ma di cosa si tratterebbe esattamente? Vediamo di capire insieme come funziona un torneo di poker online “n-stack”, magari nella speranza che un giorno non troppo lontano si potrà giocare anche in Italia. Prima di tutto bisogna realizzare che i tornei “n-stack”, sono tornei nei quali i giocatori si ritrovano un determinato numero di stack, tutti equivalenti in chips, e dei quali possono scegliere di fare ciò che vogliono nel corso del torneo. Ciò significa che, è possibile utilizzarli tutti insieme e subito, oppure tenerli “da parte” e utilizzarli nel corso del torneo.

Un esempio di come fuziona un torneo n-stack

Facciamo un esempio concreto per capire bene la dinamica di questa variante del poker che potremmo ritrovarci a giocare su PokerStars.it. Prendiamo un torneo 4-stack da 10€ di buy-in, che in base alla struttura del torneo avrà ogni singolo stack composto da 1.000 chips l’uno, per un totale di 4.000 chips. Ogni giocatore che prende parte a questo torneo può gestire il suo stack totale come meglio crede: può entrare in gioco con 4.000 chips, può usarne subito solo uno di stack (1.000 chips) o ancora scegliere un’altra soluzione e mettersi in gara con 2.000 o 3.000 chips. Ovviamente questo vuol dire che il torneo termina per il giocatore, esclusivamente quando avrà lasciato nel piatto tutte le sue chips di tutti i suoi stack.

Se un giocatore di un torneo n-stack utilizza uno solo dei suo stack per iniziare, e se lo perde, può scegliere se rientrare al tavolo solamente con un altro stack, o anche con una parte di quelli che gli rimangono, se non con tutti. Da sottolineare che non si deve per forza perdere tutto per poter usufruire degli altri stack: in qualsiasi momento si può sommare lo stack (o gli stacks), anche se ci sono dei parametri relativi ai livelli di gioco, per i quali entro un determinato momento si deve obbligatoriamente aggiungere uno stack.

Quale è la scelta giusta? Aggredire o sopravvivere..

A questo punto vista la scelta che i tornei n-stack offrono ai loro giocatori, ci si potrebbe chiedere quale sia la scelta giusta da fare con gli stack: unirli tutti all’inizio e presentarsi con uno stack enorme capace di intimorire ed aggredire l’avversario, o tenerseli “da parte” in caso di un’uscita prematura o sfortunata? Difficile rispondere a questo, perché qui si entra nella strategia personale che ogni giocatore di poker online vuole adottare… Ad ogni modo c’è tempo per pensare a come affrontare un torneo n-stack: per il momento non sono ancora una realtà tangibile da noi, ma conoscendo le dinamiche di PokerStars, non ci metteranno molto a diventarlo..