La nuova sfida del poker online




Nell’attesa che il poker legale venga finalmente lanciato sul mercato online italiano, gli operatori degli skill games iniziano a chiedersi quali e di che tipo saranno i margini di guadagno per gli investitori del settore.



Che cosa s’intende di preciso con il termine gioco di abilità? Nel Decreto sui giochi di abilità (pubblicato sul sito AAMS il 17 maggio 2008) leggiamo che ‘Si tratta di giochi di abilità a distanza (ovvero via internet, tv o telefono cellulare), con vincita in denaro, raggruppabili in due macrocategorie: i giochi di carte sotto forma di torneo ed i giochi di abilità puri (sudoku, rompicapo, scacchiera, di parole, strategici, di azione, sportivi ecc.)’.

A noi, tra questi, interessa il poker.

Il nuovo volto del poker online

Il poker online cambia immagine, nel suo divenire legale viene anche legato ad un solo modo di giocarlo: il torneo, e ad un margine (massimo e minimo) di puntate. Nel decreto sopra citato leggiamo infatti ‘Il prezzo di partecipazione alle partite potrà variare da un minimo di 0,50 euro fino all’importo massimo di 100 euro. Almeno l’80% delle somme raccolte tornerà in montepremi al giocatore. La quota restante sarà divisa tra erario (3%) e concessionario.’ La fase di sperimentazione, di dodici mesi, avrà inizio a breve, adesso i concessionari si stanno operando per la strutturazione tecnica dei giochi e per il lancio degli stessi.

Al momento sono disponibili ancune versioni ‘divertimento’, in cui non è possibile giocare, vincere o perdere denaro reale. Sappiamo che nonostante le restrizioni legali fino ad ora imposte da AAMS per quanto riguarda il poker online, molte poker room si sono imposte sul mercato pur avendo server all’estero, ed il poker online si e’ affermato in modo sempre piu’ forte come una realtà dominante tra i giochi online. E’ normale a questo punto chiedersi che cosa avverrà nel momento in cui il mercato italiano offrirà un poker legale che andrà comunque a cambiare le abitudini dei giocatori.

Aspettative dal mondo del poker online

Le aspettative dal mondo del poker online sono ingenti: duecentoquarantamila giocatori ed un giro d’affari che si aggira intorno ai quattrocento milioni di euro annui. Bisogna pero’ anche tenere conto dei costi dei prodotti stessi: i limiti imposti ai tornei, la resa che deve essere assicurata ai giocatori ed al contempo i costi di mantenimento o di affitto delle piattaforme di gioco. Non è da sottovalutare anche il costo che ha l’acquisizione del giocatore. Tutti questi fattori rendono chiaro quanto quella che sta vivendo il poker online legale sia una sfida che mette in gioco poker room e giocatori. I margini di guadagno per gli operatori del settore del poker online, non sono alti come nelle odierne realtà ‘illegali’, ed al fine di acquisire nuovi giocatori possono farsi concorrenza sui bonus emessi o sulla pubblicità, anche perchè tutti gli operatori entreranno nel mercato nello stesso momento avendo quindi le stesse possibilita’ e gli stessi strumenti a disposizione. Si può affermare che quella che affronteremo con il poker online legale è una scommessa a tutti gli effetti. Il mercato è vasto e ci sono molte possibilità di riuscita.