Nulla è scontato nel poker Texas Hold’em

Il poker Texas Hold’em, un gioco dove non si deve mai dare nulla per scontato!

Vi sono alcune mani particolari di poker Texas Hold’em, in cui si è portati a rinunciare a parte del valore, ovvero ad un certo quantitativo di chips, per il solo fatto di dare per scontato qualcosa che in realtà non lo è affatto.

Sto parlando di quelle mani di poker Texas Hold’em in cui vi sono quattro carte dello stesso seme in tavola, oppure quattro carte a scala, o ancora una doppia coppia sul board: in tali situazioni l’inesperto giocatore poker di Texas Hold’em è portato a pensare che il punto in questione sia stato chiuso dall’avversario del torneo di poker senza avere indizi a sufficienza.

Supponete infatti che la seguente situazione, tipica del poker Texas Hold’em, prenda atto: siamo gli aggressor preflop ed il board ci ha regalato una doppia coppia. Purtroppo per noi però, la mano di poker Texas Hold’em non procede come previsto, ed il river pone in tavola la quarta carta a fiori a cui segue il check del nostro giocatore poker di Texas Hold’em avversario.

Non perdere un’opportunità

In situazioni come la seguente, è importante non perdere una lucrativa opportunità, magari evitando di effettuare una value bet perché spaventati dalle quattro carte a fiori.

Ricordatevi che nel poker la value bet è un concetto fondamentale, e saperla utilizzare a dovere rappresenta la differenza tra un buon ed un ottimo giocatore di poker Texas Hold’em: in un caso come questo, optare per un semplice check back non è la giocata migliore.

Dico ciò, poiché in primo luogo non abbiamo evidenze che il nostro giocatore di poker Texas Hold’em avversario abbia in mano una carta a fiori, che inoltre dovrebbe essere medio alta per poter fare call alla nostra puntata, e poi, in secondo luogo, poiché delle rimanenti 46 carte del mazzo, solamente 9 sono quelle a fiori. Pensavate di più, vero?

Come sempre la matematica è fedele alleata del giocatore di poker Texas Hold’em (sia di poker live che di poker online).

Se il vostro giocatore di poker Texas Hold’em avversario ha inoltre fatto call ad una o due puntate da voi effettuate, questo lascia pensare che abbia legato almeno una delle carte sul flop: il che, essendo il flop per 4/5 a fiori, lascia la possibilità che una sola delle due carte in mano a chi ci fronteggia, sia di fiori.

Puntare per scoprire

Utilizzando i miei consigli, vi renderete conto di come effettivamente le volte che il nostro avversario ha una mano di poker Texas Hold’em peggiore della nostra, siano superiori alle call che otterremo, rendendo questa situazione una situazione a valore atteso positivo.

Non lasciatevi mai ingannare dalle apparenze e non date mai nulla per scontato nel poker Texas Hold’em. Certo che, se il nostro giocatore di poker Texas Hold’em avversario esce forte in puntata oppure decide per un check raise, è necessario rivalutare la situazione. In caso contrario però, non lasciamo che un board particolare ci privi di fiches importanti, in grado di fare la differenza sul lungo termine!